La leader di Fratelli d'Italia sostiene il candidato Michetti

·2 minuto per la lettura
Meloni difende Michetti
Meloni difende Michetti

La corsa al Campidoglio per Giorgia Meloni e la sua “Fratelli d’Italia” sta proseguendo nel segno del riscatto, proprio come lo slogan che la leader del partito e il suo candidato Michetti hanno scelto per la campagna elettorale di queste elezioni amministrative. Nonostante Michetti non abbia iniziato in modo decisamente brillante, rifuggendo il più delle volte i confronti con gli altri candidati, la leader di FdI ci crede e anzi rivendica il fatto che per Michetti sia fondamentale stare a contatto con la gente.

“È una scelta che io capisco perché Enrico Michetti ha un gap rispetto ai suoi avversari, ovvero che è meno conosciuto. Secondo loro dovrebbe passare tutto il giorno chiuso in due o tre sale a parlare con loro… io penso invece che Michetti debba colmare quel gap stando in mezzo alla gente”, ha affermato a tale proposito Giorgia Meloni.

Meloni difende Michetti, “A me pare abbia rispetto dei suoi competitor”

La leader di Fratelli d’Italia ha proseguito nel suo intervento mettendo in evidenza la grande professionalità del suo candidato: “Enrico Michetti è un professionista, un avvocato amministrativista, è quello che i sindaci chiamano per risolvere i problemi, è cavaliere al merito della Repubblica, insegna nelle università, è un conduttore radiofonico amato perché riesce a spiegare con parole facili. A me pare che abbia anche rispetto ai suoi competitor un curriculum di tutto rispetto”.

Meloni difende Michetti, “Abbiamo voluto scegliere un buon sindaco”

Da Piazza del Popolo Giorgia Meloni ha infine, proprio su questo punto voluto fare leva su come prima che un buon candidato, Fratelli d’Italia ha voluto mettere in campo un potenziale bravo sindaco. “Certo noi avremmo potuto scegliere una persona più conosciuta. Però il punto è che noi non abbiamo scelto un buon candidato, abbiamo voluto scegliere un buon sindaco: non mi importa di vincere le elezioni se poi la città non può essere governata come deve. Enrico è poco conosciuto? Lo faremo conoscere. È molto più facile far conoscere una persona capace che far diventare capace una persona conosciuta”.

Meloni difende Michetti, Lollobrigida: “Pesi della coalizione influenziati da risultato amministrative”

Altro punto sul quale si sta facendo chiarezza è se in questa campagna elettorale potrebbe esserci in ballo la leadership come primo partito di coalizione. Un’ipotesi che la stessa Meloni avrebbe negato. Più equilibrata invece la risposta di Francesco Lollobrigida che, sentito da Fanpage.it ha affermato: “È evidente che i pesi all’interno della coalizione un po’ saranno influenzati dal risultato delle amministrative. Poi noi speriamo che se batteremo la sinistra e il M5S si acceleri un processo per tornare al voto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli