La 'lettera' di Lina Wertmuller a Piera Degli Esposti: "Luce preziosa della mia vita"

·1 minuto per la lettura

"Mia adorata, dolce Piera, luce preziosa della mia vita. Luce sempre intensa, affettuosa, coraggiosa e fragile. Con la tua grazia e il tuo sorriso hai portato una carezza in ogni stanza, ogni casa, ogni palcoscenico e ogni set cinematografico che hanno avuto la gioia di incontrarti". Inizia con queste parole il pensiero affettuoso che la regista Lina Wertmuller dedica all'attrice Piera Degli Esposti, nel giorno della cerimonia funebre laica in Campidoglio.

"Non dimenticherò mai la tua voce, il tuo talento straordinario, la tua genialità, la tua ironia, la tua intelligenza, la tua forza interiore da guerriera, le tante avventure vissute insieme, le risate e l’allegria che hanno accompagnato la nostra amicizia - scrive ancora la Wertmuller - Per me, l’ho sempre pensato e dichiarato ogni volta che mi hanno chiesto del nostro lavoro, sei l’attrice più grande del mondo. So che per te suonava come un’esagerazione, ma invece è proprio così".

Prosegue la 'lettera' della regista all'attrice scomparsa: "Ora che non ci sei più, saranno più fredde e buie le nostre vite. Il solo pensarti lontano, mi fa stringere il cuore di struggente nostalgia. Per provare a consolarmi della tua assenza, cercherò di pensarti sempre con quel tuo sorriso da bambina, come quando una sera di qualche anno fa Enrico, che ti adorava, ed io ti facemmo la sorpresa di farti trovare a cena da noi Robert Mitchum, il divo del cinema che più hai amato. Appena lo vedesti, seduto sul divano di casa nostra, gli saltasti in braccio dalla gioia. Anche ora ti voglio immaginare così, felice per quel tuo sogno realizzato, in compagnia di Robert Mitchum e di tanti amici che, spero, ritroverai".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli