La mamma dei fratelli Bianchi su Willy: "Manco fosse morta la Regina"

·1 minuto per la lettura
Willy (Photo: Facebook/Ansa)
Willy (Photo: Facebook/Ansa)

“L’hanno messo in prima pagina manco se fosse morta la regina”. Sono le parole della madre dei fratelli Bianchi, in carcere per l’omicidio di Willy, 21enne morto a Colleferro a seguito di un pestaggio. La donna in un’intercettazione telefonica con il figlio Gabriele, come riposta La Repubblica, sembra convinta dell’innocenza dei suoi figli e ritiene esagerata la risonanza mediatica data alla morte del ragazzo:

“Non ci sta più nessuno - dice a Gabriele - ti hanno abbandonato tutti amore mio! Si tenemo venne (ci dobbiamo vendere) le macchine, tutto perché non c’è rimasto più niente”. Sembra sia lei a farsi carico della situazione. Il marito non ce la fa: “Quel poraccio di padrito (tuo padre) quello te lo dico non tiene coraggio a venì né qua, né da ti e né da.. sennò gli piglia l’infarto”.

Poi ribadisce:

“Quando sarà tutto finito, quante persone mi levo dananzi (davanti).. quante!”. Per lei è successa una “disgrazia”, non è “morta la regina”, i figli stanno in carcere “da innocenti” e soprattutto non si fida “più di niciuno (nessuno)”. Più chiaramente: “Una volta dimostrato... Tutta quella fanga che ci hanno messo in cima e che hanno visto l’innocenza di te e di tuo fratello saremmo soltanto noi famiglia a casa mia”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli