Il nuovo anello di Nicola Peltz vale 2 milioni di dollari

La mano di Nicola Peltz vale quasi tre milioni di dollari
La mano di Nicola Peltz vale quasi tre milioni di dollari

Bella, amata, viziata e ricchissima: questi aggettivi descrivono perfettamente Nicola Peltz, la neo sposa di Brooklyn Beckham e figlia di uno dei più ricchi e potenti imprenditori d’America. Ma dopo il papà che l'ha sempre assecondata in tutto, Nicola ha saputo scegliere uno sposo all'altezza dei suoi capricci, almeno a giudicare dai regali e dalle attenzioni che Brooklyn Beckham le sta dedicando ormai da anni.

In questi giorni la ragazza ha deliziato i suoi 2,7 milioni di followers pubblicando alcuni scatti in primo piano, con uno sguardo sensuale, una frangia lunga e bionda a incorniciarle il viso, un rossetto nude e... un anello da capogiro che ha un valore di circa 2 milioni di dollari.

Il 9 aprile scorso, Brooklyn Beckham, primogenito dell’ex calciatore David e dell’ex Spice Girl Victoria, ha portato all’altare la bella Nicola e, forse per festeggiare il primo mese d’amore da marito e moglie, ha pensato di farle un regalino: un solitario dal taglio ovale di ben otto carati. Nicola ha pubblicato una serie di scatti su Instagram che evidenziano la sua mano con il dono appena ricevuto all’anulare. Anello che è infilato dietro all’altrettanto preziosa fede di nozze, una corona di diamanti taglio baguette dalle generose carature che raggiungono un valore di ben 750.000 dollari.

GUARDA ANCHE: Beckham lascia il suo profilo Instagram a un'ostetrica ucraina

Tutta questa generosità, il primogenito dei Beckham deve averla imparata da papà David. Nel corso del matrimonio con Victoria, che dura da ben 22 anni, l’ex calciatore ha regalato a sua moglie 15 gioielli preziosi e dal valore inestimabile. Se Brooklyn si comporterà sempre come suo padre, Nicola non potrà certo lamentarsi!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli