La Marcia Mondiale per la Pace prende il largo domani da Genova

La Marcia Mondiale per la Pace prende il largo domani da Genova

Parte domani da Genova la “Mediterraneo mare di pace“, percorso via mare della seconda Marcia Mondiale della Pace e della Nonviolenza. L’evento ha preso il via lo scorso 2 ottobre da Madrid e si concluderà sempre nella capitale spagnola il prossimo 8 marzo. Il percorso in partenza dal capoluogo ligure è stato promosso dal Comitato internazionale della Marcia, in collaborazione con Fondazione Exodus di don Mazzi, la quale ha messo ha disposizione una delle due barche a vela della Comunità dell’isola d’Elba, l’associazione La Nave di Carta e l’Unione Italiana Vela solidale.

Marcia Mondiale per la Pace

Il viaggio della “Mediterraneo mare di pace” partirà da Genova, esattamente dallo specchio di mare davanti al Galata Mu.Ma. Da lì farà tappa a Marsiglia e Barcellona, dove arriverà il 5 novembre, in concomitanza con la Peace Boat, nave ong giapponese che da anni naviga per promuovere la pace, il disarmo nucleare, la tutela dei diritti umani, la protezione dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile. Dopo aver lasciato la città catalana, la nave si dirigerà a Tunisi, Palermo e Livorno per poi fare tappa a Roma, dove è previsto l’incontro con la Società Geografica Italiana: per l’occasione verrà presentato il diario di viaggio. “Pace disarmo nucleare, diritti umani e ambiente: sono questi i temi della seconda Marcia Mondiale che, dieci anni dopo la prima, attraverserà un mondo dove sono in corso tante guerre e ci sono diciotto aree di crisi” ha detto Tiziana Volta Cormi, membro dell’Equipe internazionale della Marcia. “Al centro della nostra azione c’è la richiesta agli Stati di ratificare il Trattato sulla proibizione delle armi nucleari e l’impegno a un percorso di disarmo delle armi convenzionali“. “In un momento di profonda crisi della società, politica, sociale e di relazioni, come quello che stiamo attraversando, che fa crescere e alimenta i sentimenti di paura, di sfiducia e di intolleranza è importante dare segnali forti e tangibili” ha invece affermato Don Mazzi, presidente della Fondazione Exodus.

marcia mondiale pace

Come aderire e partecipare

La prima edizione della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza si è tenuta nel 2009-2010 e ha attraversato 97 Paesi. Per la seconda edizione, i percorsi di pace passeranno in tutti i continenti, comprese moltissime città italiane. Tuttavia, il comitato organizzatore ha lanciato un appello rivolto a tutte le organizzazioni pacifiste e ambientaliste, a promuovere iniziative sui propri territori, che riguardino i temi dell’edizione in corso: disarmo nucleare, rifondazione delle Nazioni Unite con costituzione di un Consiglio di sicurezza Ambientale e un Consiglio di sicurezza Socio-economico, sviluppo sostenibile e lotta alla fame nel mondo, difesa dei diritti umani contro ogni forma di discriminazione, nonviolenza come nuova cultura e nonviolenza attiva come metodo di azione.

La richiesta di adesione per le associazioni italiane va invita a italia@theworlmarch.org, mentre tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.theworldmarch.org