La maxi campagna di tracciamento in Slovacchia

·1 minuto per la lettura
Tamponi a tappeto in Slovacchia: in un giorno testata metà popolazione
Tamponi a tappeto in Slovacchia: in un giorno testata metà popolazione

Continua l’emergenza europea per la seconda ondata di Coronavirus. Mentre molti paesi del vecchio continente faticano a tenere sotto controllo il numero di contagi contenere l’epidemia, in Slovacchia il governo ha deciso di testare metà della popolazione in un solo giorno.

Tamponi a tappeto in Slovacchia

Una immensa campagna di test e relativo tracciamento dei contagi. Questo è quello che è avvenuto in Slovacchia nel primo di due giorni di una campagna diagnostica promossa dal governo, in cui è riuscita ad essere testata metà della popolazione. Secondo il ministro della difesa Juroslav Nad solo l’1% dei test è risultato positivo.

Andranno quindi in quarantena solo le prime 25.850 persone rilevate positive, che potranno decidere di trascorrere i 10 giorni di isolamento nella propria abitazione o in una struttura fornita dal governo.

Una buona strategia?

Sicuramente un progetto così vasto e importante non si era ancora visto in Europa: in due giorni la Slovacchia dovrebbe riuscire a testare l’intera popolazione, limitando di parecchio la diffusione del Covid-19. Sicuramente una strategia che si potrebbe pensare anche in altri Paesi europei, a patto di riuscire attuabile dal punto di vista economico, per cercare di arginare un rilevamento e tracciamento nazionale che, ad esempio in Italia, sta sfuggendo di mano alle strutture sanitarie.

Vedremo nelle prossime settimane se questa strategia di “tamponi a tappeto” sarà risultata valida, nel frattempo guardiamo ad essa con speranza e curiosità.