La minaccia di Medvedev: "Non abbiamo ancora usato tutto il nostro arsenale"

Ekaterina Shtukina / Sputnik / Afp

AGI - "Il ritorno alla Russia delle sue terre ancestrali continuerà", Mosca "non ha ancora utilizzato in Ucraina tutto il suo arsenale di armi" e "sta cercando di salvare il più possibile la vita dei civili e dei suoi militari". Lo ha dichiarato su Telegram l'ex presidente russo e numero due del Consiglio di sicurezza russo, Dmitri Medvedev.

Kuleba non esclude incontro con Lavrov all'Asean

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, si è detto pronto a valutare l'idea di incontrare l'omologo russo, Serghei Lavrov, in caso di una proposta in questo senso da parte di Mosca.

Lavrov "non ha chiesto un incontro, come è consuetudine in diplomazia. Se lo fa, valuteremo attentamente la sua richiesta, tenendo conto di tutti gli aspetti e le realtà della situazione attuale", ha dichiarato Kuleba dal vertice dell'Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (Asean), come riporta il Phnom Penh Post rilanciato dalle agenzie russe.

Il viceministro degli Esteri di Mosca, Serghei Ryabkov, aveva affermato in precedenza che la Russia è aperta al dialogo sull'Ucraina senza precondizioni.

Genichesk nuova capitale filorussa

L'amministrazione filorussa di Kherson ha scelto la nuova 'capitale amministrativa' provvisoria della regione ucraina da cui Mosca ha annunciato il ritiro, pur continuando a rivendicarne il controllo.

La scelta è ricaduta sulla cittadina di Genichesk sulle rive del Mare d'Azov, con una popolazione inferiore ai 20 mila abitanti. Ad annunciare la nuova 'capitale' è stato l'addetto stampa del vicepresidente del governo regionale, Aleksandr Fomin, secondo il quale anche l'amministrazione filorussa di Kherson si e' trasferita li'. Lo riporta Ria Novosti.

Zelensky, come Kherson libereremo anche Donbass e Crimea

"Non penso ci sia persona che non abbia visto i video del nostro popolo che, a Kherson, saluta i difensori ucraini. Ci saranno altri incontri come questo, nelle città e villaggi ancora sotto l'occupazione" russa. Lo ha promesso, nel suo ultimo videomessaggio su Telegram, il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

"Non dimentichiamo nessuno, non lasceremo indietro nessuno", prosegue il messaggio, "avverrà lo stesso a Genichesk e Melitopol. Arriveremo in tutte le nostre città e villaggi in Donbass e in Crimea".