La ministra dei rapporti don le Regioni spiega la linea per contrastare la quarta ondata covid

·2 minuto per la lettura
Mariastella Gelmini
Mariastella Gelmini

Mariastella Gelmini ha condensato la sua visione strategica sulla quarta ondata in una articolata intervista a La Stampa: “Correre di più sulle terze dosi e in caso di chiusure non paghino i vaccinati”. La ministra dei rapporti con le Regioni spiega la linea per contrastare la quarta ondata covid e dice si al Super Green Pass, come pure all’obbligo vaccinale ma solo “come extrema ratio”.

Mariastella Gelmini è chiara: “Se si dovesse richiudere non paghino i vaccinati”

In termini di durata della certificazione verde la Gelmini subordina la stessa al parere della scienza accreditata. In più, l’esponente azzurra del governo Draghi è a favore di nuove restrizioni che però “non penalizzino l’85% degli italiani che ha scelto di vaccinarsi”. In tema di terza dose ha detto la Gelmini: “Le preoccupazioni delle Regioni sono le nostre e il governo sta monitorando la situazione con estrema attenzione”.

“Non paghino i vaccinati”, la ministra Gelmini e la durata del Green Pass

“Abbiamo evidenze scientifiche che ci dicono che dopo 6 mesi si riduce gradualmente la percentuale di protezione che il vaccino assicura. Occorre dunque, avvicinandosi al sesto mese dalla seconda dose, premurarsi per avere per tempo la terza inoculazione: su questo bisogna correre”. Sulla durata del Green Pass la ministra attende “il parere del Cts, noi siamo pronti a intervenire”.

L’endorsement a Mattarella e la linea di Gelmini: “Non paghino i vaccinati che hanno scelto la scienza”

Sulle regole in vigore in Germania per darlo solo a guariti e vaccinati e non più a seguito di un tampona la ministra ha spiegato: “Per i presidenti di Regione eventuali nuove restrizioni non devono valere per tutti, ritengono che non si possa penalizzare l’85% degli italiani che in modo responsabile hanno scelto la scienza. Come dargli torto”. Da questo punto di vista il parere di Gelmini sposa quello del Capo dello Stato Sergio Mattarella in tema di “antiscienza”, e la ministra lo ha rimarcato: “Le parole del presidente Mattarella sono come sempre un faro. Se l’Italia è uno dei Paesi che meglio sta contrastando la pandemia, è solo perché la stragrande maggioranza degli italiani ha scelto la scienza e la responsabilità”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli