La ministra dell'istruzione vuole la riapertura delle scuole

·2 minuto per la lettura
azzolina
azzolina

La diffusione del Covid-19 sta causando nuovi blocchi in diversi settori. Alcune regioni, tra le misure emanate con l’obiettivo di contrastare il virus, hanno inserito la chiusura delle scuole. Le lezioni torneranno a svolgersi tramite la didattica a distanza. In Campania, ad esempio, ciò è avvenuto per gli istituti di tutti i gradi ad eccezione delle materne. In Sicilia, invece, resteranno a casa soltanto gli studenti delle superiori.

La chiusura delle scuole, ad ogni modo, non va giù alla Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. Secondo i dati ufficiali, infatti, i contagi negli istituti non sarebbero un numero rilevante.

Azzolina: “Contagi limitati nelle scuole”

La Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha riportato in un post su Facebook i dati dell’Istituto Superiore di Sanità relativi ai casi di Covid-19 registrati nelle scuole. Si tratta solo del 3,5% dei focolai registrati nel paese nell’ultima settimana. La settimana precedente, invece, erano 3,8%. I contagi negli istituti sono dunque lievemente in calo.

Il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità dice che la trasmissione del virus dentro le scuole è ancora limitata: i focolai a scuola nella settimana dal 12 al 18 ottobre sono solo il 3,5% di tutti i nuovi focolai che si registrano nel Paese. Ma il dato più sorprendente è un altro: la settimana precedente (5-11 ottobre) erano il 3,8%. Quindi il numero di focolai dentro le scuole è addirittura sceso, in proporzione al totale. L’ISS conferma che dentro le scuole il rischio di trasmissione del virus continua ad essere molto molto basso“, ha scritto Lucia Azzolina.

La Ministra dunque tiene alta la difesa nei confronti dello svolgimento delle lezioni in presenza. Ella, come ha ammesso, tuttavia non ha il potere di impedire alla Regioni di chiudere le scuole.