La modella curvy Elisa D'Ospina: "Non rinuncio a un centimetro di me stessa per compiacere"

Vanity Fair

Elisa D'ospina, modella vicentina classe 1983, personaggio tv spesso ospite di Detto Fatto e portabandiera del #bodypositive, è sicuramente un esempio da seguire. Protagonista di un'intervista a Vanity Fair, ha raccontato il suo ultimo progetto che la coinvolge a tutto tondo: creare una capsule collection di trucchi che vadano bene a tutti.

Trovare la tonalità giusta con il proprio incarnato non è sempre facile. Ho pensato a tutte queste gradazioni per accontentare donne e uomini che hanno poco tempo per truccarsi.



Elisa è una grande sostenitrice del make-up. Come ogni donna sa che il trucco può migliorarci e valorizzarci, ma nei suoi profili social come Instagram non perde occasione per farsi vedere al naturale, ricordando sempre che non bisogna dimenticarsi di rimanere sempre noi stesse. Come donna curvy (e fiera di esserlo), Elisa D'Ospina racconta che spesso le è stato chiesto di dimagrire per lavorare.

Ho risposto che non avrei mai rinunciato a un centimetro di me stessa per lavorare. Se un medico me lo dicesse per una questione di salute è un discorso, ma per compiacere ad altri no.

Il rapporto col suo corpo non è sempre stato sereno. Cresciuta velocemente in altezza, la modella racconta di come fosse abituata a coprirsi sotto felpe e abiti informi. Poi, la svolta. La visione del suo corpo è cambiata drasticamente dopo aver trovato il suo primo ragazzo.

La svolta è arrivata in prima superiore quando ho avuto la mia prima storia d'amore importante. Ho iniziato a vedermi con un occhio più maschile ed ho cambiato...

Continua a leggere su HuffPost