La moneta statunitense e quella europea influenzate dalle inflazioni e dal caro energia

Un dollaro vale un euro
Un dollaro vale un euro

Un dollaro vale un euro: è la prima volta in 20 anni, con la moneta statunitense e quella europea influenzate dall’inflazione e dal caro energia. Il dato è che era dal 2002 che l’euro non scendeva sotto la parità nei confronti del dollaro. Alla data di oggi, 13 luglio, un euro è arrivato a valere 0,9998 dollari, poi è tornato di poco sopra la valuta Usa. Ma cosa fa pressione sulla moneta europea?

Un dollaro vale un euro: che significa

Innanzitutto il dato dell’inflazione Usa che a giugno è arrivato +9,1% su base annua. E attenzione, si tratta del massimale degli ultimi 40 anni. Lo stesso Joe Biden ha ammesso che l’inflazione è “alta”, salvo poi aggiustare il tiro aggiungendo che è “a livelli inaccettabili”. In effetti il mese di riferimento, giugno, è stato connotato dalla terrificante volata dei prezzi dell’energia e della benzina. Biden lo ha ribadito: “Affrontare l’inflazione è la mia priorità: abbiamo bisogno di più progressi rapidamente per riportare i prezzi sotto controllo”. I prezzi in impennata suggeriscono uno scenario per cui la Fed sarebbe “pronta ad alzare i tassi di un ulteriore 0,75% nel corso della prossima riunione”, lo dice Open.

Perché è tornato l’appeal del dollaro

E alcuni fattori come una Fed spregiudicata, l’Europa economicamente debole e la crisi energetica scaturita dalle tensioni con la Russia danno appeal al dollaro. Nell’arco di 23 anni la moneta unica ha raggiunto il massimo contro il dollaro nel 2008, quando arrivò a più 1,6 e con il ciclone di Lehman Brothers in atto, tanto che gli investitori guardarono all’euro come ad un porto sicuro.Oggi è tutto diverso e dall’inizio del 2022 l’euro è calato del 12% nei confronti del dollaro, una piccola gioia per il turismo Usa in Europa, un grande dolore per le esportazioni europee in Usa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli