La morte atroce di Luana in fabbrica. "Non si può morire come 50 anni fa"

Giulia Belardelli
·Giornalista, HuffPost
·2 minuto per la lettura
Luana D’Orazio (Photo: Luana D’Orazio)
Luana D’Orazio (Photo: Luana D’Orazio)

Il giorno dopo la morte di Luana D’Orazio, l’operaia 22enne risucchiata da un macchinario dell’azienda tessile Orditura Luana in provincia di Prato, sono la rabbia e la voglia di verità a prendere il sopravvento. La Procura di Prato ha aperto un fascicolo di indagine per chiarire le circostanze in cui è morta la giovane lunedì mattina.

Luana stava lavorando a un orditoio quando è rimasta agganciata al rullo, finendo intrappolata e stritolata nel macchinario. Giunto sul posto il medico del 118 non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Sul posto si è subito recato anche il magistrato di turno, i carabinieri della tenenza di Montemurlo e il personale Asl per la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il macchinario presso il quale è avvenuto l’incidente è stato posto sotto sequestro per consentire di effettuare tutti i necessari accertamenti. Le indagini sono condotte dagli ispettori della sicurezza sul lavoro della Asl che devono chiarire, sulla base dei quesiti indicati dal magistrato, alcuni elementi sulle circostanze della tragedia. C’è da capire ad esempio se esistevano dei meccanismi di sicurezza che avrebbero dovuto bloccare il macchinario, quali sono i piani di sicurezza previsti dall’azienda e le circostanze sulle presenze dei colleghi al momento dell’incidente. La salma della giovane invece è stata trasferita all’obitorio di Pistoia per l’autopsia disposta dal sostituto procuratore di Prato Carolina Dini.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

I sindacati - Cgil, Cisl e Uil - denunciano in una nota come esistano ancora luoghi di lavoro lontani dagli standard di sicurezza previsti. “La tragedia è il secondo incidente mortale sul lavoro nella nostra zona dall’inizio dell’anno. Il secondo che ha come vittime lavoratori giovanissimi”, scrivono i sindacati che stanno organizzando “una forte azione di mobilitazione” per ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.