La Mura (M5s): su Rousseau voto no, assurdo sottrarsi a regionali

Pol/Arc

Roma, 21 nov. (askanews) - Ancora proteste nel M5s per il voto su Rousseau che dovrà decidere se candidarsi o meno alle regionali in Calabria ed Emilia Romagna. "È assurdo paventare di sottrarsi al voto alle prossime regionali per questioni organizzative - afferma la senatrice M5s Virginia La Mura -. Un movimento di governo ha il dovere di presentarsi alle elezioni. Dobbiamo consentire ai cittadini di esprimersi, indipendentemente dal risultato politico che emergerà, prenderne atto e capire cosa sta andando bene e cosa non sta funzionando".

"Il nostro - prosegue - è un movimento nato dal basso. Abbiamo rappresentato lo strumento dei cittadini che volevano attivarsi per affrontare e risolvere le criticità dei Comuni di residenza e dell'intero Paese. Il movimento è stato lo scudo dei cittadini contro il malgoverno, contro la casta e contro una democrazia non più realmente partecipata. Oggi ha perso questa funzione propulsiva dal basso che deve essere assolutamente riattivata. Ora che siamo cresciuti dobbiamo assumerci la responsabilità di fare scelte coraggiose. Per me la più importante era e rimane quella di scendere in campo e affrontare l'esame del voto e per questo voterò no alle consultazioni su Rousseau".