La nostalgia del reale, costretto dal Covid-19 a stare lontano dai genitori

Principe Carlo rivedere padre

Il Principe Carlo ha rilasciato un’intervista a Sky News in cui si è aperto come forse mai aveva fatto prima parlando della sua famiglia e della sua recente esperienza con il coronavirus, dal quale era stato contagiato. L’eterno principe ha confessato di aver accusato più il periodo post guarigione che quello malattia stessa in quanto è costretto a stare lontano dai suoi genitori che, in quanto molto anziani, sono in assoluto isolamento nel castello di Windsor. “Sono terribilmente triste – ha detto il principe Carlo che poi ha aggiunto – Non vedo mio padre da molto tempo. Compirà 99 anni la prossima settimana e mi manca”. Il principe consorte del Regno Unito, Filippo di Edimburgo, compierà 99 anni il prossimo 19 giugno, con una una festa che quest’anno non avrà nessun invitato.

Non ci sono sono i genitori nel cuore del principe di Galles, infatti Carlo spera di poter rivedere al più presto anche i suoi nipotini: “Ho fatto diverse telefonate con FaceTime, e va bene, solo non è la stessa cosa”.

“È triste – ha aggiunto – , ma quanto meno possiamo parlarci al telefono e, di tanto in tanto, video chiamarci. Non è, però, lo stesso. A volte, avresti solo voglia di abbracciare qualcuno. Capisco appieno la frustrazione delle persone, le loro difficoltà, il loro dolore e le angosce e sto facendo del mio meglio per cercare di trovare e incoraggiare metodi di relazione che permettano a tutti di andare avanti senza distruggere quel che c’è attorno a noi” ha concluso Carlo.