La nuova opera del leggendario Eastwood

·2 minuto per la lettura
richard
richard

Richard Jewell è su Amazon Prime!

L’ultimo film del leggendario regista californiano Clint Eastwood (Sully) è approdato in varie piattaforme streaming tra cui Amazon Prime e Sky.

Il film è basato sulla storia vera della guardia Richard Jewell e dell’attentato terroristico avvenuto durante le Olimpiadi di Atlanta ’96.

La sceneggiatura è stata scritta da Billy Ray (Captain Phillips – Attacco in mare aperto), Richard Jewell è stato accolto positivamente da pubblico e critica.

Il cast di Richard Jewell

L’ottimo Paul Walter Hauser (Tonia) interpreta Richard Jewell, il protagonista della triste vicenda.

Il grande Sam Rockwell (Jojo Rabbit) indossa i panni del suo amico avvocato, Watson Bryant.

La straordinaria Kathy Bates (La mia vita con John F. Donovan) è Barbara “Bobi” Jewell, l’amorevole madre di Richard.

Jon Hamm (The town) è, come al solito, un perfetto poliziotto stronzo: Tom Shaw.

La giornalista senza scrupoli, Kathy Scruggs, è interpreta dalla brava Olivia Wilde (Her).

Completano il cast: Nina Arianda, Ian Gomez, Wayne Duvall.

richard 3
richard 3

La trama del film

Atlanta, 1996. Richard Jewell, agente di sicurezza, contribuisce al salvataggio di migliaia di persone dall’esplosione di una bomba durante un concerto in un parco.

Peccato che venga ingiustamente accusato di essere l’attentatore dall'”astuta” e “lungimirante” FBI.

Costretto a chiedere aiuto a un suo amico avvocato, Richard inizia una dura battaglia contro il sistema, anche mediatico, per dimostrare la sua innocenza.

richard 2
richard 2

La recensione di Richard Jewell

Richard Jewell è uscito nelle sale italiane a gennaio 2020, un mese prima della tragica pandemia, e lo ricordo come l’ultima grande emozione vissuta al cinema.

Dal punto di vista stilistico è il solito, pe fortuna, film di Eastwood: fotografia tendente allo scuro, intensità, misura, regia classica, attenta, fluida.

E già si fa vedere solo per quello. Poi c’è luce. Lucidità. La lucidità dei grandi componimenti visivi eastwoodiani.

Una lucidità che, in teoria, non dovrebbe esserci in un uomo che a maggio compirà 91 anni.

Ma parliamo di Clint Eastwood, non di uno qualunque, parliamo di una leggenda, di un mito.

Uno che se arriva l’incendio, è quest’ultimo a spostarsi, ad avere, giustamente, paura.

Per l’ennesima volta, uno dei più grandi registi di sempre, disegna un racconto vivido ed emozionante.

Ripercorrendo con realismo e umanità la spaventosa vicenda di un uomo che nel fare il suo mestiere si scontra con il paradossale potere corrotto, espresso da certi, tanti, soggetti malsani.