UrbanEars: una scommessa al cubo

Come forse già saprete, sono fan accanito del marchio UrbanEars: le Plattan, che ogni anno vengono rinnovate in colori moda, sono le mie cuffie di riferimento da molti anni ormai. Il marchio scandinavo, dall'animo hipster e modaiolo, negli anni ha creato diversi tipi di cuffie e auricolari, ponendosi in una fascia intermedia di prezzo e di qualità. Dato che io distruggo le cuffie con una facilità estrema, ma non sopporto la qualità audio delle cuffie “dei cinesi”, mi sono sentito a mio agio con questa soluzione. Sono più che ascoltabili e quando le distruggo non mi viene da piangere. E poi si piegano in borsa, cosa stra-comoda che hanno in pochi. Da qualche giorno, però, UrbanEars ha debuttato nel settore degli speaker, stranamente in scarsa fibrillazione negli ultimi mesi.

I connected speaker di UrbanEars sono due (Baggen e Stammen), uno per stanze più grande e l'altro per stanze più piccole. Sono disponibili in sei colori studiati e scelti con la cura maniacale che contraddistingue il marchio e, ovviamente, fanno arredamento: anche perché questi cubotti sono completamente rivestiti di stoffa. 

Alcune caratteristiche interessanti:

- L'interfaccia è molto vintage (due manopole) ma il dispositivo è molto smart. Wi-Fi integrato, tramite l'app di UrbanEars possiamo collegare direttamente i nostri servizi di streaming (tra cui Spotify e Apple Music), memorizzando le nostre playlist preferite su un numero delle manopole. Possiamo memorizzare anche web radio.
- Gli speaker possono collegarsi tra loro creando un effetto filodiffusione in casa.
- Streaming integrato: gli speaker hanno il WiFi, il Bluetooth e sono compatibili con Chromecast, AirPlay, streaming Spotify. E hanno anche una porta AUX.
- Costo? Intermedio, sempre. 349$ il modello più piccolo, 449$ quello più grande.

Tutta da scoprire la qualità audio, che con il marchio UrbanEars è spesso oggetto di discussioni: alcuni le amano, altri le disprezzano. Le prime recensioni, probabilmente, arriveranno tra pochi giorni.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità