La nutrizione nel 2000, diete a confronto: ne parlano 500 biologi

Rus

Roma, 2 ott. (askanews) - Si terrà il 4 e 5 ottobre prossimi, all'Hotel Sheraton Parco de' Medici di Roma, il congresso internazionale dell'Ordine Nazionale dei Biologi dal titolo "La nutrizione negli anni 2000". "Sarà un momento di aggiornamento professionale molto importante per i biologi - spiega Vincenzo D'Anna, presidente dell'Onb -. La presenza di relatori nazionali e internazionali di grande esperienza e spessore professionale inserisce questo evento tra i più elevati del momento". Nel corso delle giornate congressuali si parlerà di biodiversità alimentare, longevità, nutrizione come strumento di prevenzione delle malattie neurodegenerative, nutrizione pediatrica, nutrizione sportiva e integratori alimentari. Una sessione particolare sarà dedicata alle principali novità in campo nutrizionale e al confronto tra alcuni dei regimi alimentari più diffusi, come quello mediterraneo e chetogenico. "Durante il congresso presenteremo due importanti progetti di educazione alimentare seguiti da biologi - prosegue D'Anna -. Il primo coinvolgerà gli studenti delle scuole primarie, affinché anche i più piccoli comprendano quanto sia importante mangiare correttamente per stare bene. Il secondo è indirizzato agli sportivi, le cui prestazioni atletiche sono fortemente legate al regime dietetico seguito". La coordinazione scientifica dell'evento è stata affidata ad Alberto Spanò, consigliere dell'Onb, e a Gianni Zocchi, delegato nazionale per la nutrizione dell'Ordine dei Biologi. Tra i relatori saranno presenti Valter Longo, biologo italo-americano, direttore dell'Istituto sulla Longevità all'USC (University of Southern California) e studioso del rapporto tra alimentazione e invecchiamento cellulare, e Barry Sears, biochimico statunitense, ideatore della "dieta zona". Con loro interverranno docenti universitari, ricercatori e referenti di diverse associazioni di nutrizione del territorio nazionale.