La ong: "Salviamo centinaia di persone, trattati come criminali"

webinfo@adnkronos.com

di Elvira Terranova "Ricordo ognuna delle persone che abbiamo salvato con la barca a vela Alex & Co.: mentre le autorità ci lasciavano per 50 ore in 70 persone su una barca di 18 metri a rischio di affondare in mezzo al mare, siamo sopravvissuti solo grazie alla dignità di quei ragazzi, di quelle donne, di quei bambini che avevano tutti i numeri addosso impressi dagli aguzzini libici. La dignità di queste persone oggi si rivela un coraggio straordinario: quello di avere denunciato i loro torturatori". Lo ha detto all'Adnkronos Alessandra Sciurba, commentando i tre fermi per tortura e sequestro di persone della Squadra mobile di Agrigento. Le vittime che hanno denunciato i loro aguzzini si trovavano proprio sulla barca 'Alex&Co' di Mediterranea.  

"Ricordo un ragazzo che prima di sbarcare mi ha raccontato di suo fratello, ucciso davanti a lui e in diretta telefonica con i genitori rimasti a casa, perché l'estorsione fosse più convincente - racconta - Questo succede nei lager libici: come ha detto il Procuratore Patronaggio si tratta di crimini contro l'umanità, quelli che Mediterranea denuncia da quando esiste. Crimini che vedono complici l'Italia e l'Europa, perché commessi in centri governativi in Libia da persone in divisa, direttamente legate alle forze che l'Italia finanzia".  

"Le nostre navi hanno strappato centinaia di persone da torture e morte e paradossalmente siamo stati trattati noi come criminali - dice - Penso a tutte le volte che ci siamo rifiutati di riconsegnare ai libici le persone salvate. Oggi emergono le responsabilità, e ora le azioni devono essere conseguenti". "Grazie a chi sta indagando dalla parte giusta, grazie ai giornalisti veri che non si sono mai arresi alla propaganda del potere, grazie ai nostri meravigliosi compagni di viaggio soccorsi con la Alex & Co. - dice Sciurba - grazie a chi nel Mediterraneo non ha smesso mai di lottare per la verità e la giustizia. Governo italiano, adesso devi stracciare gli accordi con la Libia. Unione europea, ritira immediatamente gli aerei che guidano i libici nelle catture. La Storia vi sta già giudicando".