La pesca allunga la vita: benefici per la salute secondo gli esperti

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 giu. (askanews) - Con l'amo a pesca di salute: potrebbe sembrare un passatempo o un'attività fisica per sedentari o pigri, invece è un vero e proprio sport che fa bene alla salute mentale e fisica, soprattutto degli anziani. Restare infatti per qualche ora a pescare, in riva a un fiume o al lago o sul molo di un porto, ha benefici effetti su tutto l'organismo. "La pesca allena perfettamente la componente fisica e quella psicologica, è un esercizio equilibrato di corpo e mente a cominciare dal sistema di coordinamento neuromuscolare, favorisce l'ossigenazione e rilassa la mente mettendo a stretto contatto con la natura, con ricadute positive anche sull'aspetto cognitivo e dell'umore" spiega Francesco Landi, Direttore dell'Unità Operativa di Medicina Interna Geriatrica, Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Associato di Medicina Interna e Geriatria all'Università Cattolica del Sacro Cuore e Presidente della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria. Per questo i Giochi del Mare, in corso a Vasto fino all'8 giugno, saranno un'occasione per combattere l'invecchiamento e avviare il progetto SPRINTT Fishing della FIPSAS, in collaborazione con il Dipartimento di Geriatria e Ortopedia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e la SIGG, dedicato agli over 65 per valutare l'impatto dell'attività di pesca sportiva nella prevenzione della fragilità.

"L'iniziativa nasce per incentivare l'attività fisica ed una corretta prevenzione attraverso la conoscenza e la pratica delle discipline sportive FIPSAS, che comprendono anche la pesca - precisa Landi - L'esercizio fisico, non solo nei giovani ma anche nelle persone di una certa età, è infatti essenziale per prevenire la fragilità e la disabilità. A Vasto offriremo le valutazioni del longevity check up (livello di attività fisica, dieta, peso, pressione arteriosa, colesterolo e glicemia), seguite da esercitazioni pratiche secondo il protocollo SPRINTT, che consiste nell'associare alla passeggiata per raggiungere il fiume o il lago anche una serie di esercizi, insegnati dai nostri istruttori e da quelli federali della FIPSAS, affinché questa attività possa diventare ancora più efficace sul piano della prevenzione". Il progetto SPRINTT Fishing avrà una durata di 18 mesi e si svolgerà in diverse città italiane, tra cui Ferrara, Roma e Salerno, coinvolgendo esperti della SIGG.