La Polizia arresta 11 persone a Roma e sul litorale per spaccio

Cro/Ska

Roma, 29 set. (askanews) - L'attività di prevenzione e di contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, sul territorio romano da parte della Polizia di Stato, hanno portato all'arresto di 11 persone e al sequestro di un ingente quantitativo di droga: cocaina, marijuana ed eroina.

Risultati portati a termine dagli agenti della Polizia di Stato dei commissariati Esquilino, Casilino Nuovo, Celio, Romanina, Colombo e sul litorale laziale da quelli di Anzio e Civitavecchia.

Il continuo via vai di giovani all'interno dell'area boschiva di via Sergio De Vitis zona Mostacciano, ha indotto gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Romanina ad effettuare un sopralluogo all'interno dello stesso: diverse piante all'interno di vasi in plastica avvolte e completamente celate da sacchi di plastica neri da dove fuoriuscivano alcune foglie chiaramente riconosciute come "foglie di marijuana".

I poliziotti pertanto mettevano in atto un servizio di appostamento e, passati pochi minuti, notavano un giovane dirigersi verso la "piantagione" - lo stesso da una borsa frigo prelevava della sostanza essiccata che poi nascondeva all'interno della biancheria intima.

Il giovane appena fermato dagli agenti, dopo essere stato controllato e trovato in possesso diversi grammi di "maria", riceveva un messaggio su whatsapp da parte di un suo "amico" il quale gli ricordava di portare una tanica per annaffiare le piante.

I poliziotti pertanto organizzavano un incontro in via Elio Chianesi, luogo in cui poco dopo veniva bloccato e identificato il complice. Entrambi 17enni romani dovranno rispondere di detenzione e spaccio. Sequestrate le piante di marijuana che spogliate hanno permesso di rinvenire circa 3724 grammi di fogliame avente principio attivo, 50 grammi della stessa sostanza pronta per essere venduta, e tutto il materiale per il confezionamento .

In via Giolitti, sul c.d. "Ballatoio" invece gli agenti del commissariato Esquilino hanno notato un cittadino straniero, già noto alle Forze dell'Ordine, che mostrava un oggetto ad altri sui connazionale pertanto decidevano di procedere al controllo della "comitiva" che però alla loro vista si allontanavano velocemente.

I poliziotti riuscivano a fermare E.E., queste le sue iniziali. Negli slip, veniva rinvenuto un involucro contenente circa 10 grammi di marijuana. Ultimati gli atti di rito il 22enne di origini nigeriane, con precedenti di polizia anche specifici veniva arrestato e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria per la direttissima.

Ad Anzio M.U., queste le sue iniziali, si recava giornalmente con la sua autovettura su un terreno incolto a Nettuno dove sostava alcuni minuti per poi riprendere la macchina fino al suo negozio. Alcuni giorni fa, però gli agenti del commissariato Anzio hanno deciso di fare un controllo nel terreno: nascosto tra la vegetazione all'altezza dei pali in cemento che sorreggono la recinzione, hanno rinvenuto della sostanza stupefacente. All'ultimo viaggio di M.U., i poliziotti lo hanno però fermato per un controllo: indosso hanno rinvenuto circa 25 grammi di cocaina e all'interno della macchina ulteriori dosi della stessa sostanza. Il controllo è stato esteso presso la sua abitazione dove hanno sequestrato ulteriori 300 grammi di cocaina e circa 500 euro in contanti. Notiziato il Pubblico Ministero di turno, il 52enne originario della provincia di Salerno ma residente a Nettuno, è stato arrestato associato presso il Carcere di Velletri in attesa del rito di convalida.

A Tor Bella Monaca, in diversi giorni, i poliziotti di Casilino hanno arrestato 5 persone per droga. Il Modus operandi è sempre lo stesso: la vedetta che avvisa il pusher dell'eventuale presenza delle Forze dell'Ordine. Sequestrati 147 involucri contenenti cocaina e denaro in contante.

In via delle Cave Ardeatine un cittadino straniero, accortosi della presenza degli agenti del commissariato Celio, faceva un segno al probabile cliente di andare via e al contempo gettava un involucro nel tombino. Fermato, ed identificato per J.P. delle Bahamas di 47 anni è stato perquisito e trovato con circa 200 euro in contanti ed anche un mazzo di chiavi - chiavi di cui diceva di non sapere nulla perché lui era un senza fissa dimora. Grazie alla testardaggine degli agenti dopo diversi accertamenti, sono però riusciti a risalire all'abitazione e una volta all'interno, nella sua stanza, hanno rinvenuto circa 60 involucri contenenti eroina e 13401 euro in contanti. Accompagnato presso le Camere di Sicurezza della locale Questura, in attesa della convalida dell'arresto.

Infine a Civitavecchia gli agenti del Commissariato di zona, hanno arrestato B. S., 18enne marocchino, sorpreso avendere cocaina lungo la strada provinciale Bracciane Claudia.

L'attività d'indagine, svolta nell'ambito dei servizi di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, ha portato gli investigatori a scoprire l'insolito via vai di veicoli verso uno spiazzo in aperta campagna sulla SP verso Tolfa.

Al culmine di un mirato servizio riuscivano ad individuare il giovane spacciatore il quale, nascosto nella boscaglia, usciva in strada per cedere velocemente lo stupefacente ai vari clienti.

Dopo aver notato lo scambio gli investigatori provvedevano a fermare il giovane spacciatore ed il suo cliente, trovandoli rispettivamente in possesso di euro 625 e gr. 1 di cocaina.

Poco distante dal luogo di spaccio gli operanti, nei pressi dell'accampamento nel quale il giovane viveva su un giaciglio di fortuna allestito tra la folta vegetazione, gli agenti rinvenivano e sottoponevano a sequestro ulteriori 34 gr. di cocaina, 8 di sostanza da taglio e tutto l'occorrente per il confezionamento dello stupefacente in dosi.

L'uomo, irregolare con le norme di soggiorno sul Territorio Nazionale, veniva arrestato e tradotto presso la casa circondariale di Borgata Aurelia, mentre l'assuntore, come previsto dalla normativa sugli stupefacenti, veniva segnalato all'Autorità Amministrativa.