La Polizia italiana fornisce supporto al Kosovo

Cro/Ska

Roma, 17 ott. (askanews) - Nella giornata di ieri, nel corso di una cerimonia presso il Direttorato della Polizia del Kosovo, in Pristina, nell'ambito del progetto IPA 2017 "Countering Serious Crime in the Western Balkans", il Dirigente Superiore della Polizia di Stato dr. Gennaro Capoluongo, alla presenza del Ministro dell'Interno Mustafa Ekrim, del Vice Capo della Polizia Samedin Mehmeti e dell'Ambasciatore d'Italia Piero Cristoforo Sardi, ha consegnato a quelle autorità di polizia, una serie di strumenti utili per le attività scientifico-forensi ed in particolare per le attività tecniche di sopralluogo sulla scena del crimine.

L'iniziativa scaturisce nell'ambito delle linee strategiche che il Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblico Sicurezza Prefetto Franco Gabrielli, Il Vice Capo della Polizia preposto alle attività di Coordinamento e Pianificazione delle Forze di Polizia Prefetto Alessandra Guidi, e il Prefetto Maria Teresa Sempreviva Direttore dell'Ufficio di Coordinamento e Pianificazione delle FF. PP, hanno conferito per le attività da svolgersi nell'Area Balcanica e che hanno trovato attuazione nel citato esercizio.

A tal proposito è stato recentemente svolto a Roma presso il Dipartimento di Pubblica Sicurezza, un corso di formazione organizzato dal Progetto IPA 2017, sulle tecniche giuridiche, criminalistiche e forensi, a favore di autorevoli rappresentanti delle polizie del (ordine alfabetico) Albania, Bosnia e Erzegovina, Kosovo, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia.