La Polonia non riceverà più il gas russo a partire dal 27 aprile

·1 minuto per la lettura
no credit

AGI - La compagnia  polacca PGNiG ha rifiutato di pagare le consegne di gas russo secondo la nuova procedura che prevede la conversione obbligatoria in rubli e in relazione a ciò, PGNiG ha affermato di aver ricevuto un avviso da Gazprom Export secondo cui le forniture di gas russo al paese "saranno completamente interrotte" alle 9:00 ora di Mosca (le 8:00 italiane) di domani, 27 aprile. La notizia è riportata da Interfax, che cita una nota dell'operatore polacco PGNiG

La cronaca della giornata

Da stamane all'alba, la Polonia aveva già smesso di ricevere il gas naturale dall'Est attraverso il gasdotto Yamal-Europa. Secondo i dati degli operatori europei di trasporto del gas, intorno alle 04:00 ora di Mosca il flusso di gas alla stazione di misurazione di Kondratki era a zero. In realtà c'era stata un'altra interruzione: nella notte del 24 aprile, il flusso si era interrotto ma poi era ripreso.

Anche il portale polacco Onet, che cita dati non ufficiali raccolti in ambienti governativi e della compagnia energetica PGNiG, ha confermato che la ragione potrebbe ricadere nella scadenza del termine per pagare l'energia secondo il nuovo regime, ovvero con i rubli.

Gazprom non ha confermato la sospensione delle forniture di gas alla Polonia. Ma la società ha fatto notare che da oggi Varsavia è obbligata a pagare le forniture di carburante secondo la nuova procedura, ovvero in rubli.

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli