La portavoce degli Esteri Zakharova accusa Usa ed Ue di aver “pilotato” il piano Cingolani

La portavoce Maria Zakarova
La portavoce Maria Zakarova

Guerra delle diplomazie con Mosca che attacca Roma sul gas: “Italiani, soffrirete”. Parole della portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova che accusa Usa ed Ue di aver “pilotato” il piano Cingolani e il governo italiano di essersi fatto pilotare. Per la portavoce di Serghei Lavrov, “saranno gli italiani a soffrire” e le imprese del made in Italy “saranno distrutte dai fratelli d’oltreoceano, crolleranno e saranno comprate a buon mercato dagli Yankee”.

Mosca attacca Roma sul piano del gas

E ancora: “Il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani ha presentato il suo piano per ridurre la dipendenza italiana dalle fonti energetiche della Russia. È chiaro che questo piano viene imposto a Roma da Bruxelles (che, a sua volta, agisce su ordine di Washington), ma alla fine sarà il popolo italiano a soffrire”. Poi la chiosa per cui “il laborioso business italiano crollerà” con Roma spinta “non solo ad atti insensati, ma al suicidio economico per realizzare la follia delle sanzioni euro-atlantiche”.

Le repliche di Di Maio e Cingolani

Le repliche non si sono fatte attendere, in primis dal ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio con il suo portavoce Giuseppe Marici: “Non prendiamo ordini da nessuno, non ci facciamo intimidire. I risultati ottenuti parlano da soli, e dimostrano che siamo stati molto bravi”. Poi l’accusa di “nuove ingerenze strumentali sul voto. Ancora un volta dalla Russia arrivano dichiarazioni strumentali a poche settimane dal voto, le autorità russe si stanno rendendo protagoniste di chiare ingerenze”. E Cingolani? Ha detto nello studio di Rai3 di Marco Damilano: “Stiamo lavorando affinché i sacrifici per gli italiani siano minimi, un piano abbastanza tranquillo, non draconiano. Piccole azioni che sono portate avanti da una collettività danno risparmi che molti nemmeno conoscono. Stiamo parlando di un’operazione innanzitutto di consapevolezza”. E in chiosa il portavoce dell’Ue: “Non perdiamo tempo a commentare le dichiarazioni folli delle personalità russe“.