La possibilità che le aziende li eroghino ai lavoratori è affidata ad una soglia massima più alta

Innalzata la soglia dei "fringe benefits"
Innalzata la soglia dei "fringe benefits"

Dopo il varo del Dl Aiuti Quater sono in molti a chiedersi cosa sia un fringe benefit e a chi vanno i 3000 euro di bonus esentasse da parte del Governo Meloni. Tutto questo con possibilità che le aziende eroghino la misura ai lavoratori è affidata ad una soglia massima più alta.

A chi vanno i 3000 euro di bonus esentasse

Ma di cosa parliamo? I “fringe benefits” sono contributi assegnati ai dipendenti ed erogati in forme diverse dal denaro, essi sono comunque indicati nella nelle buste paga e quindi soggetti a tassazione. Ecco, sul tema il governo Meloni ha deciso nel Dl Aiuti Quater di aumentare da 600 a 3000 euro la soglia esentasse. Ed è proprio la soglia relativa a questo specifico tipo di bonus. Di solito le imprese ne fanno utilizzo per aiutare i dipendenti a pagare le bollette dell’elettricità e del gas.

Il valore che non entrerà in imponibile

Attenzione quindi: il valore di quelle somme non entrerà a far parte del reddito imponibile. Tuttavia va detto che la Ragioneria dello Stato ha spiegato nella relazione al primo decreto di Draghi che sulla carta ne beneficerà meno di un lavoratore su cinque. Quanti sarebbero? Circa 3 milioni di dipendenti sui 18 totali. Tra essi ci sono 1,5 milioni di metalmeccanici che li hanno inseriti nel contratto nazionale.