La precisazione del Cnr sui 3 dipendenti arrestati

Red-San

Roma, 20 nov. (askanews) - Il CNR apprende dalla stampa notizie relative all'arresto di tre suoi dipendenti, peraltro nell'ambito di un'indagine a suo tempo avviata su denuncia dell'Ente. Sembra trattarsi di vicende ben antecedenti l'importante riorganizzazione scientifica e amministrativa operata negli ultimi anni.

Si manifesta la massima fiducia nell'operato della magistratura, assicurando la tempestiva adozione degli atti conseguenziali previsti dalla Legge. A seconda degli sviluppi, il CNR provvederà a tutelare presso le sedi giurisdizionali competenti la sfera patrimoniale e l'immagine dell'Ente, in nome delle migliaia di persone entusiaste che ogni giorno lavorano con passione alla ricerca scientifica.

Occorre precisare che dei tre dipendenti coinvolti nel procedimento penale riportato dagli organi di stampa, il dott. Massimiliano Di Bitetto non è attualmente in servizio presso il CNR, ma si trova in aspettativa per mandato dirigenziale presso un'Università e che, comunque, aveva cessato il suo ruolo di direttore generale il 25 novembre 2017.