In Premier League è stato il mercato più povero dal 2015

·2 minuto per la lettura

AGI - La Premier League si arricchisce di stelle come Romelu Lukaku e Cristiano Ronaldo ma ha chiuso il calciomercato con la spesa complessiva più bassa dal 2015, poco meno di un miliardo e 300 milioni di euro. E' quanto emerge da uno studio della divisione sportiva di Deloitte. La pandemia, insomma, si fa sentire anche per il campionato di calcio più ricco del mondo che per il secondo anno consecutivo ha visto contrarre le spese sul mercato estivo con un -11%, un evento che non accadeva dalla crisi finanziaria del periodo 2008-2010.

Un primato indiscutibile

Sia chiaro, l'opulenza del torneo inglese resta inavvicinabile, con una spesa complessiva che ha comunque superato il miliardo di sterline (1,14 miliardi di euro) per la sesta stagione di fila. Alle sue spalle in Europa si colloca un po' a sorpresa ma staccatissima la Serie A con 550 milioni di euro. La Bundesliga, da parte sua, è stata l'unica tra i cinque principali tornei europei ad aumentare gli investimenti sul mercato. Il dominio economico inglese a livello internazionale è confermato da un dato: il passivo nel saldo tra i giocatori importati e quelli ceduti all'estero è stato di 650 milioni di euro, contro gli appena 64 milioni della Liga, i 58 della Serie A e i 17 della Ligue 1.

L'attivismo delle grandi 

I club del massimo campionato inglese hanno acquistato 149 calciatori (nel 2020 erano stati 132) ma il 22% a titolo gratuito (nel 2020 erano il 20%).
Le grandi, però, non hanno badato troppo a spese, soprattutto Arsenal, Chelsea e le due di Manchester. L'affare più importante è stato l'acquisto di Jack Grealish passato dall'Aston Villa al City per 100 milioni di sterline. Subito dietro Lukaku ingaggiato dai Blues per 97,5 ,milioni di sterline. Lo United, a parte l'operazione CR7 onerosa soprattutto in termini di ingaggio, ha preso Jadon Sancho dal Dortmund per 73 milioni di sterline e Raphael Varane dal Real Madrid per 34 milioni.

Gunners e Reds

L'Arsenal ha investito 140 milioni di sterline per rilanciarsi tra gli altri con Ben White dal Brighton, Martin Odegaard dal Real Madrid e Aaron Ramsdale dallo Sheffield United. Il Liverpool si è limitato a un unico acquisto ddi rilievo, il difensore Ibrahima Konate dal Lispia per 36 milioni. Per il Tottenham il principale 'acquisto' è stato trattenere il suo attaccante-simbolo Harry Kane, corteggiato dal Manchester City. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli