La premier non si intesta la scelta di autorizzarli sulla scorta del fattore "salute mentale"

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Sugli sbarchi accordati alle Ong Giorgia Meloni parla di “bizzarra scelta sanitaria” e la premier non si intesta e contesta la scelta di autorizzarli sulla scorta del fattore “salute mentale”. La presidente del Consiglio dice la sua dopo lo sbarco degli ultimi migranti a bordo della Humanity 1 e precisa che quanto apparso “sui giornali di stamattina” sono “titoli surreali, distanti dalla realtà”.

Meloni parla di “bizzarra scelta sanitaria”

Perché? Giorgia Meloni lo ha spiegato: “Non è dipesa dal governo la decisione dell’autorità sanitaria di far sbarcare tutti i migranti presenti sulle navi Ong, dichiarandoli fragili sulla base di possibili rischi di problemi psicologici“. Meloni lo ha detto nel corso di un’assemblea congiunta dei gruppi parlamentari di Fratelli d’Italia. La scelta “è quella dell’autorità sanitaria, che abbiamo trovato bizzarra“.

“Decenni di propaganda immigrazionista”

E ancora: “Siamo solo all’inizio del lavoro e c’è ancora molto da fare, anche per contrastare decenni di propaganda immigrazionista che si è sedimentata a ogni livello e che sovrappone il piano della protezione ai profughi con il controllo dei flussi migratori. Piani diversi che non vanno mescolati” E in chiosa: “Il tema della difesa della legalità vale anche per l’immigrazione: con la sinistra al potere, si è tollerata e alimentata una situazione di totale illegalità ma noi lavoriamo perché le cose cambino“.