La presidente della Commissione Europea ha parlato in un'intervista di viaggi e spostamenti in Ue

·3 minuto per la lettura
Von der Leyen, annuncia che i turisti americani vaccinati potranno viaggiare in Ue
Von der Leyen, annuncia che i turisti americani vaccinati potranno viaggiare in Ue

In un’intervista rilasciata nella giornata di domenica 25 aprile 2021, la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, ha rilasciato importanti dichiarazioni e chiarimenti in merito ad un possibile cambio di rotta dal punto di vista politico, riguardo al blocco degli spostamenti per turismo, all’interno dell’UE.

Von der Leyen, lo sblocco dei viaggi

Nell’ intervista rilasciata a Bruxelles al New York Times, Ursula Von der Leyen ha parlato di un possibile imminente sblocco del divieto attualmente vigente per i viaggi che non sono motivati da condizioni ritenute essenziali, a distanza di un anno ormai dalla chiusura, motivata dall’esigenza di contenere i contagi da Covid-19.

In particolare la Von der Leyen ha parlato nella sua intervista degli americani, in relazione alle vaccinazioni e alla possibilità di viaggiare, ecco cosa ha detto a riguardo:

“Gli americani, da ciò che posso vedere, usano vaccini approvati dall’Agenzia Europea per i medicinali (EMA). Ciò consentirà la libera circolazione e i viaggi nell’Unione Europea“.

La Von der Leyen ha anche osservato, nel corso dell’intervista, che la campagna vaccinale in America procede speditamente e che entro il mese di giugno, sarà completato almeno il 70% delle somministrazioni di vaccino nei soggetti adulti.

In merito ai soggetti vaccinati che potranno viaggiare, la Von der Leyen ha dichiarato:

Perchè una cosa è chiara: tutti i 27 Stati membri accetteranno, incondizionatamente tutti coloro che sono vaccinati con vaccini approvati dall’EMA“.

Sembra dunque che sarà imminente uno sblocco della misura restrittiva riguardante il divieto di viaggiare all’interno dell’Unione Europea, ma l’allentamento della misura naturalmente, secondo le parole di Von der Leyen, riguarderà esclusivamente i soggetti che si sono sottoposti a cicli completi di vaccinazione.

Von der Leyen, le tempistiche di sblocco

Nel corso della sua intervista, la Von der Leyen non ha fornito indicazioni specifiche riguardo alle tempistiche entro il quale verranno sbloccati gli spostamenti, con particolare riguardo per i viaggi turistici.

Ma dalle sue parole si evince che l’allentamento delle misure restrittive attualmente in vigore, in materia di viaggi, sarà strettamente correlato con l’elaborazione dei certificati di vaccinazione.

Ecco cosa ha dichiarato la presidente della Commissione Ue sulla ripresa dei viaggi e le relative tempistiche, dipenderà:

“Dalla situazione epidemiologica, ma la situazione sta migliorando negli Stati Uniti, così come, si spera, sta migliorando anche nell’Unione Europea”.

Von der Leyen, pass e accoglienza dei turisti

Dunque, dalle dichiarazioni di Ursula Von der Leyen si evince che si sta rendendo sempre più necessaria la progettazione di un comune certificato di vaccinazione a livello europeo, che possa consentire ai turisti di spostarsi liberamente e senza restrizioni.

Nonostante la presidente della Commissione europea abbia annunciato, nell’intervista, che i 27 paesi degli Stati Membri dovranno accogliere tutti i soggetti vaccinati in ingresso, è altresì possibile che questo fatto in alcuni casi non si verifichi e che nonostante la presenza dei certificati di vaccinazione, alcuni paesi possano decidere di accettare o meno i turisti in relazione alle varie situazioni epidemiologiche.

Lo sblocco dei viaggi e il via agli spostamenti consentiti per turismo, potrebbe risollevare le attuali condizioni dell’economia turisitca, gravemente danneggiata dalla pandemia da Covid-19 e dalle relative misure intraprese dai governi per arginare i contagi.