La presidente della Commissione Ue ed il presidente di Kiev hanno parlato di aiuti finanziari

La presindente della Commissione Ue Ursula von der Leyen
La presindente della Commissione Ue Ursula von der Leyen

Guerra in Ucraina e scenari sovrapposti: mentre Ursula von der Leyen chiama Volodymyr Zelensky il Cremlino annuncia “la grande tempesta globale” in ordine alla crisi energetica dell’Occidente. La presidente della Commissione Ue ed il presidente di Kiev hanno parlato di aiuti finanziari. A spiegarlo su Twitter lo stesso Zelensky che ha scritto: “Si è discusso dell’assegnazione della prossima tranche di aiuti macro finanziari dell’Ue il prima possibile e della necessità di preparare l’ottavo pacchetto di sanzioni, compreso il divieto di rilasciare visti ai cittadini russi“.

Von der Leyen chiama Zelensky

In quella telefonata con Zelensky dunque sono state coordinate con la von der Leyen “le misure per limitare i profitti della Russia dalla vendita di petrolio e gas e si è considerata la possibilità di una rapida valutazione da parte della Commissione europea non appena l’Ucraina avrà soddisfatto le sue sette raccomandazioni per l’iter di ingresso in Ue”.

La tempesta annunciata da Peskov

Tutto questo mentre il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov affermava, secondo la Tass, che sta iniziando una “grande tempesta globale” derivante dalle azioni dell’Occidente. Ha detto Peskov: “La Russia sarà in grado di preservare la macrostabilità in mezzo a questa tempesta”. Peskov non è nuovo a dichiarazioni bellicose.