La previsione del virologo che pare non essere immune al richiamo della politica attiva

Fabrizio Pregliasco
Fabrizio Pregliasco

Non lo nega affatto, anzi lui, Fabrizio Pregliasco, ad uno scranno in esecutivo ci fa un pensiero: “Io ministro? Idea carina”. La previsione del virologo sull’andamento del Covid a Un Giorno da pecora fa il paio su considerazioni più “light” da cui emerge come l’esperto parrebbe non essere immune al richiamo della politica attiva. Pregliasco è in buona compagnia e va ad aggiungersi a quella che Il Giornale definisce la “lista dei virologi solleticati da un eventuale impegno in politica”.

“Ministro” Fabrizio Pregliasco, lui ci fa un pensiero

Il direttore sanitario dell’Istituto ortopedico Galeazzi di Milano è stato interpellato sul tema e, udite udite, non ha affatto respinto del tutto l’ipotesi come fece poco più di tre settimane fa il suo collega Bassetti. Pregliasco lo ha fatto capire pur ammettendo di non aver ricevuto sinora richieste ufficiali in tal senso. In sostanza secondo quella possibilità “ipotetica” il docente e virologo milanese andrebbe a succedere a Roberto Speranza.

“Non credo che me lo chiederanno”

Ad “Un giorno da pecora”, su Radio1, il virologo lombardo ha risposto così a chi gli chiedeva se gli fosse piaciuto fare il ministro della Salute: “È un’idea carina, ma non credo me lo chiederanno, è un grosso impegno, non ci penso”.