La previsione scritta dal giornalista

·2 minuto per la lettura
Giangavino Sulas - strage di Erba
Giangavino Sulas - strage di Erba

Giangavino Sulas, morto a 77 anni, aveva scritto una previsione sul caso di Erba, che aveva sigillato in una busta. Il contenuto è stato svelato. Lo ha rivelato Marco Oliva, conduttore di Icebrerg Lombardia, che ha voluto fare un omaggio al collega scomparso. 

GUARDA ANCHE - Strage di Erba, parla Azouz Marzouk

Giangavino Sulas: la lettera sul caso di Erba

Marco Oliva, conduttore di Icebrerg Lombardia, ha voluto omaggiare il grande giornalista Giangavino Sulas. “É venuto a mancare il nostro Giangavino Sulas che per più di 11 anni è stato con noi tutti i giovedì, ci ha fatto compagnia e ci ha dato tante informazioni, ci ha aiutato a far crescere questa trasmissione. Ovviamente gli vogliamo bene” ha dichiarato il conduttore, mostrando l’omaggio del settimanale Oggi. Il dettaglio che ha colpito tutti nel ricordare Sulas, però, è un altro. Il conduttore aveva tra le mani una sua previsione sul destino di Rosa e Olindo, condannati all’ergastolo per la strage di Erba. “Nelle mie mani ho una busta che Giangavino Sulas chiuse, sigillò nel 2017” ha dichiarato Marco Oliva. Giangavino Sulas si era appassionato molto alla vicenda della strage di Erba, perché aveva molti dubbi sulla reale consapevolezza dei due condannati. La sua previsione è stata sigillata in una busta che per quattro anni è rimasta chiusa. 

Giangavino Sulas: i dubbi sulla condanna

Gianluigi Sulas teneva molto alla vicenda della strage di Erba e aveva molti dubbi sulla reale responsabilità di Rosa e Olindo. Nell’ultima settimana ci sono stati dei nuovi risvolti nella vicenda. Azouz Marzouk è tornato dalla Tunisia perché a processo per aver calunniato Rosa Bazzi e Olindo Romano. Questa settimana l’accusa ha chiesto 3 anni e mezzo di carcere a carico dell’uomo. Giangavino ha parlato molto spesso di questo caso, anche nella trasmissione di Telelombardia. Aveva sempre espresso apertamente i suoi dubbi, parlando di diversi dettagli che secondo lui potevano dimostrare che Rosa e Olindo non sono colpevoli. Prima di leggere la sua previsione, però, Marco Oliva ha voluto lanciare un servizio sull’ultimo saluto al giornalista, a cui erano presenti diversi volti conosciuti, come Gianluigi Nuzzi, Giorgio Gori e Laura Letizia Bossetti, sorella gemella di Massimo Bossetti. Il caso di Yara Gambirasio è stata un’altra vicenda che ha appassionato il giornalista. La sorella di Bossetti ha voluto affidare a Marco Oliva il suo messaggio di ringraziamento per Giangavino Sulas, per la vicinanza che ha sempre dimostrato. ”

Giangavino Sulas: la previsione su Rosa e Olindo

Giangavino Sulas aveva fatto una previsione sulla vicenda di Rosa e Olindo, con la promessa di aprire la busta con l’arrivo della revisione del processo. Non è l’unico caso su cui ha fatto delle previsioni. Aveva parlato anche del caso di Lidia Macchi. “Ho paura che in base a qualche perito verrà incaricato per gli ultimi reperti di Lidia Macchi, sia per le analisi e per i reperti di Erba. Entrambi finiranno con la condanna al 100% perchè i periti sono sensibili alle verità dei magistrati” aveva dichiarato. “Giangavino ha fatto l’ennesimo scherzo, non si capisce niente” ha dichiarato il conduttore. La previsione sul caso di Lidia Macchi è stata smentita con l’assoluzione di Stefano Binda. Sulas non ha mai avuto molta fiducia nei periti e lo ha dimostrato anche con il suo pensiero sulla strage di Erba.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli