La Prima della Scala record assoluto. Tosca la più vista di sempre

HuffPost
Russian soprano Anna Netrebko acknowledges the applause of the audience at the end of La Scala opera house's gala season opener, Giacomo Puccini's opera

Un grandissimo successo. Anche in tv. La Prima della Scala - Tosca  conta 2.856.000 spettatori con il 15%. Nella fascia oraria che va dalle 18.00 alle 21.26. Tosca diventa così la prima della Scala in assoluto più vista in tv: ieri sera la diretta su Rai1, curata da Rai cultura, è stata infatti vista da una media di 2 milioni 850 mila spettatori con uno share del 15%. Circa ottocentomila in più dell’Attila di Verdi dello scorso anno e anche della Madama Butterfly (finora record) di tre anni fa che fu vista da 2 milioni 644 mila persone.


Anche la presentazione dell’opera prima dell’inizio ha fatto un risultato di tutto rispetto con 1 milione 947 mila spettatori e uno share del 14,2%, ben più del programma precedente. 

Oltre quindici minuti di applausi. Coinvolto nel dramma storico di Tosca dalla musica di Giacomo Puccini e da una regia con effetti cinematografici, il pubblico della Scala ha salutato con entusiasmo lo spettacolo inaugurale della stagione 2019-2020, firmato da Davide Livermore, con la direzione di Riccardo Chailly.

La serata, trasmessa in diretta dalla Rai, ha visto nella Sala del Piermarini i nomi più noti della borghesia meneghina, del mondo dell’industria, della cultura, della moda, della politica, delle istituzioni, a cominciare dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, applaudito a lungo al suo apparire nel palco centrale e anche a conclusione dell’opera.


Presenti anche la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, i ministri dei Beni culturali, Dario Franceschini, dell’Interno Luciana Lamorgese e dello Sport Vincenzo Spadafora oltre a Liliana Segre solo per citare alcuni dei presenti.

Intensi applausi agli interpreti, sommersi da grida di ‘bravi!’ e da una pioggia di fiori e coriandoli dorati: soprattutto per Anna Netrebko (Tosca), Francesco Meli (Cavaradossi), Luca Salsi (Scarpia) che hanno riscosso un successo personale; ma anche per il coro e le voci bianche dell’Accademia scaligera diretti da...

Continua a leggere su HuffPost