La prima giornata senza restrizioni

·2 minuto per la lettura
Boris Johnson
Boris Johnson

Oggi nel Regno Unito è il Freedom Day. Il Paese dice addio alle mascherine e alle restrizioni dovute al Covid, come deciso dal premier Boris Johnson. La prima giornata di libertà è arrivata, indipendentemente dalle critiche ricevute.

Regno Unito: oggi è il Freedom Day

Il Freedom Day è arrivato nel Regno Unito e sono ufficialmente state eliminate tutte le restrizioni legate al Covid. Una giornata di libertà che è stata fortemente voluta e difesa dal premier britannico Boris Johnson, con l’idea principale di imparare a convivere con il virus. Gli esperti hanno lanciato l’allarme, criticando duramente le scelte del premier, ma nonostante questo la sua decisione è andata avanti. Non ci saranno più limiti e restrizioni. I locali potranno restare aperti senza orari e senza limiti di capienza. Inoltre, è stato tolto l’obbligo di mascherina anche al chiuso.

Regno Unito: la decisione di Boris Johnson

Al di là di qualsiasi tipo di critica ricevuta dagli esperti, Boris Johnson è rimasto fermo sulle sue idee, stabilendo la fine di qualsiasi restrizione legata al Covid nel suo paese. Il premier in questo momento si trova in isolamento, dopo essere entrato in contatto con il ministro della Salute Sajid Javid, che è risultato positivo nonostante fosse vaccinato. Ha deciso di portare avanti il suo piano di totale libertà, pur consigliando al popolo inglese di essere prudente, vista l’impennata di casi di Covid registrata nelle ultime settimane. Le autorità hanno sottolineato che le ospedalizzazioni non destano preoccupazione, probabilmente grazie alla campagna vaccinale.

Regno Unito: il commento di Neil Ferguson

Neil Ferguson, scienziato dell’Imperial College di Londra, ha avvertito che è “quasi inevitabile” che il Paese arrivi a raggiungere i 100mila casi al giorno e mille ricoveri. La variante Delta sembra ormai fuori controllo e continua a diffondersi senza sosta. “La vera domanda è, possiamo raddoppiare (il numero) o addirittura di più? Ed è qui che la sfera di cristallo comincia a non funzionare. Potremmo arrivare a 2 mila ricoveri al giorno e 200 mila casi, ma è molto meno certo” ha spiegato lo scienziato alla Bbc. La scelta di Boris Johnson è stata molto criticata dagli esperti, ma il premier non ha voluto fare nessun passo indietro e ha portato avanti la sua decisione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli