La prima visita di William e Kate in Irlanda, con un occhio alla Brexit

Veronique Viriglio

Rinsaldare le relazioni anglo-irlandesi, proteggere l'ambiente e promuovere una migliore salute mentale: questa la missione affidata al principe William e alla moglie Kate Middleton, impegnati nella loro prima visita ufficiale nella Repubblica d'Irlanda. Fitto programma per i duchi di Cambridge, il cui viaggio rientra in una serie di impegni della famiglia reale, in corso da anni, per promuovere rapporti diplomatici tra le due sponde del Mare d'Irlanda. Una visita, sottolinea la stampa britannica, che giunge in un momento delicato: è la prima dalla Brexit, per giunta in un clima di incertezza sulla frontiera con l'Irlanda del Nord.

Oggi è la giornata dedicata a due tematiche che William e Kate hanno particolarmente a cuore e per le quali si stanno già spendendo in altri contesti: la salute mentale e l'ambiente. Bambini e ragazzi hanno accolto con sorrisi e regali la coppia in visita all'associazione per la salute mentale Jigsaw – il Centro nazionale per la salute mentale dei giovani – nel quartiere di Temple Bar.

I duchi di Cambridge hanno poi incontrato esponenti dell'associazione per la giustizia sociale, Extern. Al Howth Marine Institute hanno invece ricevuto informazioni sulla sostenibilità marina, prima di lasciare brevemente la capitale per una visita all'Autorità irlandese per l'agricoltura e l'alimentazione, nota come Teagasc, nella vicina contea di Kildare. Di ritorno a Dublino, visita al Museo della Letteratura d'Irlanda (MoLi), nel quale sono conservati tesori della cultura e della storia della repubblica, tra cui la prima copia di “Ulisse” di James Joyce

Ieri, al loro arrivo all'aeroporto di Dublino a bordo di un volo commerciale della Aer Lingus, William e Kate – che ha sfoggiato un total look verde di varie sfumature, in omaggio al colore della bandiera irlandese – hanno incontrato il presidente Michael Daniel Higgins, la moglie Sabrina e Brod, uno dei loro cani, nella residenza ufficiale di Áras an Uachtaráin, a Phoenix Park, in un clima definito dalla stampa britannica di “ospitale e caloroso”.

Nella tenuta hanno poi suonato la campana della pace, introdotta nel 2008 dall'allora presidente Mary McAleese per celebrare il decennale dell'accordo di pace del Good Friday.  Alla sede del governo, al centro della capitale irlandese, si sono poi intrattenuti con il primo ministro dimissionario Leo Varadkar e il suo compagno, Matthew Barrett. Come da tradizione – sulle orme di Elisabetta II che durante la sua visita ufficiale a Dublino nel 2011 compì un gesto ‘storico' – William e Kate hanno deposto una corona al Giardino del Ricordo, dedicato a tutte le persone che hanno combattuto per l'indipendenza dell'Irlanda, nel segno della memoria e della riconciliazione.

Sulla corona un messaggio scritto a mano che recitava: "Non dimentichiamo mai le lezioni della storia mentre continuiamo a costruire insieme un futuro più luminoso". In serata i duchi di Cambridge hanno partecipato ad un ricevimento in loro onore alla Guinness Storehouse di Dublino, dove hanno incontrato personaggi del mondo dello sport, del cinema, della televisione e delle forze armate. Come fece la regina 9 anni fa, anche William ha pronunciato qualche parola in irlandese, mentre Kate ha bevuto un sorso della famosa birra scura irlandese, la nera Stout.

“Aspettiamo entrambi con impazienza i nostri prossimi due giorni in Irlanda, dove non ho dubbi che continueremo a rimanere colpiti dalla creatività, dal calore e dall'ospitalità che il popolo irlandese ha da offrire” ha detto William agli ospiti riuniti alla Guinness Storehouse.