La procura di Milano indaga sulle plusvalenze dell'Inter

·2 minuto per la lettura

AGI - La procura di Milano indaga su presunte irregolarità nella contabilizzazione delle plusvalenze effettuate dall'Inter nel 2017-2018 e 2018-2019. La Guardia di Finanza, su delega dei pm milanesi, ha eseguito delle acquisizioni documentali nella sede della societa' nerazzurra e della Lega Serie A. Il fascicolo d'indagine è stato aperto con l'ipotesi di false comunicazioni sociali a carico di ignoti.

"Le attività in corso" nelle sedi dell'Inter e della Lega Calcio da parte dei militari del nucleo di polizia economico-finanziaria della GdF "sono dirette ad acquisire documentazione relativa alle cessioni da parte della predetta società, dei diritti pluriennali sulle prestazioni di taluni calciatori relativamente agli esercizi 2017/2018 e 2018/2019 al fine di verificare la regolarita' della contabilizzazione delle relative plusvalenze", specifica la procura di Milano. "L'ipotesi di reato per la quale sono in corso le indagini preliminari, nei confronti di ignoti, riguarda il delitto di false comunicazioni sociali", si legge ancora nella nota firmata dal procuratore facente funzioni Riccardo Targetti.

Si concentrano sulle cessioni di una decina di giocatori di fascia medio-bassa, anche delle giovanili, gli accertamenti della guardia di finanza di Milano, coordinati dall'aggiunto Maurizio Romanelli e dai pm Giovanni Polizzi e Giovanna Cavalleri, nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta contabilizzazione irregolare dell'Inter delle plusvalenze degli esercizi 2017-2018 e 2018-2019. Nella prima delle due annualita' all'esame degli inquirenti - da quanto appreso - i profitti generati dalle plusvalenze sono stati pari al 10% del totale dei ricavi iscritti in bilancio.

L'indagine è autonoma e ha solo preso spunto da quella analoga avviata dai colleghi di Torino sulla Juventus. È, infine, quanto si apprende da fonti vicine all'inchiesta per falso in bilancio a carico di ignoti e che martedì mattina ha visto i militari della Guardia di Finanza fare acquisizioni documentali nella sede della societa' nerazzurra e in quella della Lega Calcio Serie A. 

Il comunicato dell'Inter

"FC Internazionale Milano conferma di aver fornito la documentazione richiesta relativa alle cessioni di taluni calciatori avvenute nelle stagioni 2017/2018 e 2018/2019.La richiesta e' pervenuta dalla Procura di Milano per verificare la regolare contabilizzazione delle relative plusvalenze". Questa la nota dell'Inter in merito all'inchiesta.

"I bilanci della società - si legge- sono redatti nel rispetto dei piu' rigorosi principi contabili. Nessun tesserato dell'Inter è indagato. Nessuna contestazione è stata formalizzata. Come recita il comunicato stesso della Procura, si tratta di indagini preliminari".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli