La Procura di Milano smantella un traffico di certificazioni vaccinali illegali vedute a 100 euro

·1 minuto per la lettura
Una slide della GdF sul blitz anti Green Pass falsi
Una slide della GdF sul blitz anti Green Pass falsi

Proponevano Green Pass falsi ma sono stati smascherati dal Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza: quattro indagati, perquisizioni e sequestri sono il bilancio complessivo di una indagine coordinata dal procuratore aggiunto di Milano Eugenio Fusco e dai sostituti Bianca Maria Baj Macario e Maura Ripamonti.

Quattro indagati per i Green Pass falsi venduti a 100 euro su Telegram

Nel mirino un vero traffico di certificazioni vaccinali illegali ma perfettamente funzionanti vendute a 100 euro sulle chat Telegram. I quattro indagati di cui si ha menzione avrebbero ammesso le loro responsabilità e nel corso delle perquisizioni a loro carico sono stati trovati diversi documenti di identità, più molte tessere sanitarie di decine di clienti.

Green Pass falsi, quattro indagati dalla procura di Milano e perquisizioni in tutta Italia

Perquisizioni dove? In Veneto, Liguria, Puglia e Sicilia. Attenzione, allo scopo di validare la bontà del prodotto gli indagati dicevano di poter contare sulla complicità di appartenenti al servizio sanitario e garantivano il reso in caso di mancato funzionamento. Il pagamento doveva avvenire in criptovaluta.

Pagamenti in criptovaluta ai quattro indagati per la truffa dei Green Pass falsi

Sequestrate anche fotografie di documenti d’identità, referti di tamponi con esito negativo, poi “false recensioni dei clienti che in precedenza avevano acquistato i pass contraffatti e le criptovalute con i quali erano stati pagati i certificati”. Molti clienti hanno provato ad ottenere i Green Pass falsi che prima della stampigliatura con i nomi dei richiedenti portavano la dicitura secondo il mood della criminologia Usa “Joe Doe”, il nome convenzionale che negli States si attribuisce ad un soggetto sconosciuto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli