La Procura ha invocato la pena massima per l'omicida reoconfesso di Giovanni Caramuscio

Chiesto l'ergastolo per una rapina in banca
Chiesto l'ergastolo per una rapina in banca

Durante una rapina in Puglia uccise un ex direttore di banca: chiesto l’ergastolo per un 31enne albanese. La La Procura della Repubblica di Lecce tramite il requirente d’aula ha invocato la pena massima per l’omicida reoconfesso di Giovanni Caramuscio, più 22 anni per il complice di quel crimine finito nel sangue.

Uccise un direttore di banca: chiesto l’ergastolo

La vittima fu il 69enne ex direttore di Banca di Monteroni che venne ammazzato a Lequile con due colpi di pistola la sera del 16 luglio del 2021. L’uomo si era recato con sua moglie a prelevare denaro dallo sportello bancomat di un istituto di credito quando venne affrontato da due criminali ed ucciso. Nel corso del lungo processo che poche ore fa ha visto la requisitoria dell’accusa era emerso il presunto quadro probatorio. Davanti ai giudici della Corte d’Assise, il Pubblico Ministero Alberto Santacatterina ha chiesto la condanna al “fine pena mai” per Paulin Mecaj, 31enne albanese reo confesso dell’omicidio.

Le scuse in aula dei due imputati

In più il requirente ha chiesto 22 anni di reclusione per Andrea Capone, ritenuto il suo complice. L’accusa incardinata a dibattimento è di omicidio aggravato, rapina e porto abusivo di arma. I due imputati hanno entrambi chiesto perdono ai familiari della vittima nelle spontanee dichiarazioni. La sentenza è attesa per il prossimo 6 dicembre.