La procura militare indaga sulla diffusione della foto Hjorth bendato

carabiniere roma

Nel registro degli indagati dalla procura militare di Roma è stato iscritto un carabiniere che potrebbe aver divulgato l’immagine di Gabriel Natale Hjorth bendato. Proseguono, infatti, le indagini che sembrano accusare il carabiniere del reato di divulgazione di notizie riservate o segrete (previsto dall’articolo 127 del codice penale militare di pace). A quasi un mese di distanza dell’omicidio di Mario Cerciello Rega non esistono ancora certezze. Vediamo i dettagli.

La foto di Hjorth bendato

Secondo quanto riferisce Adkronos, il codice penale militare di pace, nell’articolo 127, prevede il divieto di divulgazione di notizie segrete o riservate. Sarebbe questa, infatti, l’accusa che grava su un carabiniere di Roma. Il militare è ritenuto dalla procura responsabile per la diffusione della foto di Gabriel Hjorth bendato. Christian Gabriel e l’amico Finnegan Lee, inoltre, sono accusati dell’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 luglio scorsi. Riguardo l’immagine, invece, la procura militare di Roma ha iscritto nel registro degli indagati due militari: il primo avrebbe scattato la foto, il secondo l’avrebbe divulgata tramite i social media. Sul primo, quindi, grava il reato di rivelazione del segreto di ufficio.

Le indagini

Nel frattempo, infine, proseguono le indagini per chiarire l’esatta dinamica dell’omicidio che quella notte (tra il 25 e il 26 luglio scorsi) ha condotto alla morte di Mario Cerciello Rega. I pm, infatti, hanno ascoltato nuovamente, per la terza volta, il collega del vicebrigadiere, Andrea Varriale.