La pubblicità per lo svapo sul web, intervista a Arcangelo Bove di Unas

webinfo@adnkronos.com
·4 minuto per la lettura

Benevento 06/11/2020 - La pubblicità per i prodotti di vaping è consentita?...e sul web? Ne abbiamo parlato con Arcangelo Bove, presidente di Unas – Unione Nazionale Affiliati Svapoweb.

Che differenza c’è tra il tabacco e lo svapo dal punto di vista della pubblicità?

Si deve partire dal presupposto che per il tabacco non si può fare pubblicità, e neppure per lo svapo. Il quesito che come Unas abbiamo posto all’Agenzia delle Dogane, però, è se sia possibile fare pubblicità su una testata giornalistica online che si rivolge agli operatori di settore. Il riferimento è, per esempio, a svapomagazine.it, testata giornalistica online che è di proprietà di Unas. Nel momento in cui gli utenti arrivano sul sito provenendo dalle ricerche di Google, potremmo domandare loro se siano o meno operatori del settore. Nel caso in cui dovessero rispondere in senso affermativo, poi, potrebbero essere mostrate le pagine di approfondimento corredate di pubblicità dedicate allo svapo.

Una richiesta di chiarimento importante, dunque.

Sì, inoltre abbiamo preteso dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli un chiarimento specifico a proposito della legittimità della presenza di pubblicità relativa al settore dello svapo sui diversi canali di informazione e in generale sul web. L’interrogativo è stato inoltrato per conoscenza anche agli altri soggetti interessati, vale a dire la Fit Tabaccai, l’Unione nazionale Tabaccai, i Tabaccai Uniti, l’Assotabaccai, il Ministero della Salute e il Codacons.

Quali sono i motivi che vi hanno spinto ad agire in tal senso?

La necessità di ottenere un chiarimento è la conseguenza di una constatazione, e cioè che sulla carta stampata e sui social network si possono trovare messaggi pubblicitari relativi alle sigarette elettroniche, ai prodotti da inalazione, ai vaporizzatori e ai punti vendita. Ma lo stesso vale per i quotidiani di informazione online dedicati al vaping. In pratica noi vogliamo sapere se pratiche di questo genere sono permesse dalla legge o se, al contrario, comportano una violazione delle prescrizioni contenute del D. Lgs. n. 300 del 2004 e nel D. Lgs. n. 6 del 2016.

Come vi siete mossi?

Abbiamo inviato una pec ai destinatari, e nel messaggio abbiamo fatto riferimento anche a un esposto del Codacons, che il Ministero della Salute aveva accolto puntualmente, in cui si faceva notare che in base alle normative in vigore relative alle sigarette elettroniche e agli altri articoli da fumo di nuova generazione (tra cui iQos) esiste un divieto di pubblicità assoluto per questi beni. La nostra non vuole essere una sentenza, ma abbiamo solo bisogno che venga fatta chiarezza e che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli si esprima in maniera chiara da questo punto di vista.

Che cosa vi aspettate?

Non abbiamo aspettative, ma certo è che la risposta di Aams sarà importante anche perché influirà sulle strategie che Unas potrà adottare in seguito per la promozione dei propri affiliati. Inoltre Unas possiede Svapo Magazine, una testata giornalistica online: è chiaro, quindi, che vogliamo sapere se sulle pagine della nostra rivista possiamo mostrare delle pubblicità o ci rendiamo protagonisti di una violazione. Ovviamente, nel caso in cui la pratica in questione non fosse lecita, pretenderemmo l’esecuzione di accurati controlli per tutti i canali di informazione che dovessero trasgredite.

Quali altri aspetti vorreste mettere in evidenza?

Nella lettera facciamo riferimento a un marchio che pubblica una volta ogni due mesi una rivista online - che non ritengo opportuno citare in questa intervista, ma che può essere identificata molto facilmente su google news - che si rivolge unicamente ai professionisti e agli operatori del mondo del fumo elettronico e del tabacco, a distribuzione gratuita, anche se poi in realtà questa rivista finisce spesso per essere letta da consumatori finali e clienti privati. In questa rivista sono presenti informazioni, editoriali e interviste relative al settore dello svapo, ma anche un gran numero di pubblicità dedicate a liquidi pronti, aromi, vaporizzatori, distributori di sigarette elettroniche, e così via. Quello che noi vogliamo sapere è, appunto, se un comportamento simile configuri o meno un illecito.

Maggiori informazioni su Unas

Unas è un’associazione nata a tutela dei negozianti Svapoweb e dei rivenditori di e-cig del marchio. A volere la sua nascita è stato Arcangelo Bove, il titolare di Svapoweb, ma del direttivo fanno parte anche il vice presidente Marco De Mizio e il segretario Antonio Ferrara. Uno degli obiettivi principali di Unas è la diffusione di informazioni a proposito della riduzione del danno.

Dati di Contatto

Presidente Unas Arcangelo Bove

Direttore Unas Giuseppe Fortunato

Email: unasweb@pec.it