La Rai in campo con Airc, Soldi: "Porteremo 'I Giorni della Ricerca' a tutto il nostro pubblico"

·2 minuto per la lettura

“Sono emozionata, è la prima volta, come presidente Rai, che lancio questo evento che per l'azienda è una tradizione”. Lo ha detto la presidente Rai Marinella Soldi durante la presentazione dell’iniziativa ‘Airc - I giorni della ricerca’ insieme all'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. “Si tratta di un’iniziativa - ha aggiunto - nata grazie all’icona Pippo Baudo, che nel ‘95 capì che il pubblico aveva bisogno di avere un’informazione giusta. Grazie all’Airc le persone malate si sentono meno sole. Sono stati raccolti più di 7 milioni l’anno scorso e 122 fino a oggi, per finanziare la ricerca. La Rai ha ottenuto l’adesione del pubblico grazie alla sua affidabilità, così come grazie a quella dell’Airc, e si mobilita con una staffetta per raggiungere tutto il nostro pubblico, attraverso ogni tipo di linguaggio, così come abbiamo fatto parlando anche del Covid”.

“E’ un onore essere qui e essere ambasciatore dell’Airc - ha detto Carlo Conti - Con Antonella Clerici abbiamo preso il testimone da Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, ma non diremo mai ‘che barba, che noia, che barba’. Ho perso mio padre quando avevo 18 mesi per un tumore ai polmoni – ha raccontato il presentatore - Sono cresciuto con una mamma che aveva pudore nel pronunciare la parola tumore o cancro, si diceva ‘male incurabile’ o ‘brutto male’, ora invece se ne parla e abbiamo capito che la speranza è affidata alla ricerca e il pubblico sa quanto sia importante il suo contributo”.

“Mi sento a tutti gli effetti un ambasciatore affianco all’Airc - ha detto ancora Conti - Lo sarò con ‘Tale e Quale’ e andrò a fare il concorrente ai ‘Soliti Ignoti’ cercando di dare anche lì il mio contributo. Lo scorso anno – ha ricordato – di questi tempi ero in ospedale con il Covid, ma ho cercato di fare la mia parte con una telefonata. Non credo di essere bravo a raccogliere fondi – ha sottolineato - ma è il pubblico che capisce quanto è importante donare”.

“Ci sono col cuore, sono stata affianco a molti amici e colleghi nella loro battaglia al cancro – ha aggiunto Antonella Clerici, ambasciatrice Airc - Dobbiamo fare un grande gioco di squadra, proprio come fa la Rai, raccogliendo il più possibile per la ricerca, E’ il momento di fare squadra per sostenere il lavoro di più di 5000 ricercatori Airc”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli