La Rai sospende Porta a Porta: l'ira di Bruno Vespa

(Mondadori Portfolio via Getty Images)

"Una decisione gravissima e pretestuosa". Definisce così in una nota Bruno Vespa la decisione della Rai di sospendere “Porta a porta”, dopo la notizia della positività del segretario Pd Nicola Zingaretti al Coronavirus. "È sconcertante che, mentre il Paese chiede sempre più informazione si chiuda una trasmissione importante senza un motivo ragionevole. Debbo purtroppo concludere che la direzione aziendale ha tenuto conto del parere del segretario Usigrai che da sempre considera 'Porta a porta' un abuso. Ma questo dà alla decisione un sapore politico che mi preoccupa", scrive Vespa.

GUARDA ANCHE: Zingaretti positivo al Coronavirus

La nota di Vespa

Il giornalista ricostruisce poi tutti i passaggi della vicenda: "Nicola Zingaretti è venuto a Porta a porta nel pomeriggio di mercoledì scorso e ha manifestato i primi sintomi di positività al virus sabato. Il direttore generale dello Spallanzani, professor Ippolito, mi ha confermato che il rischio si limita alle persone che nelle 48 ore precedenti (e non 72, come nel nostro caso) abbiano avvicinato la persona infetta per più di mezz’ora a meno di un metro di distanza. Questo con Zingaretti non è avvenuto. Non esiste pertanto alcuna ragione sanitaria si cui si fondi il provvedimento”.

GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE SUL CORONAVIRUS

Il no anche da casa

Vespa si era offerto di condurre il programma anche da casa, racconta: "Facendomi carico delle ansie del mondo produttivo del Centro tv di via Teulada, ho chiesto di poter condurre la trasmissione in collegamento da casa mia. Nemmeno questo mi è stato accordato".

La "guerra" con l'Usigrai

Vespa ha dichiarato di essersi sottoposto volontariamente al tampone che ha dato esito negativo. Parole che avevano destato le critiche del segretario dell'Usigrai, Vittorio Di Trapani. "Vespa si è sottoposto al tampone 'volontariamente'. Cioè? Esiste una procedura volontaria? Io avevo capito che i tamponi sono decisi dal #ssn secondo protocolli precisi. Sono contento che sia negativo. Ma ricordo - a tutela di tutti - che l'incubazione - per tutti - è fino a 14 giorni”, ha commentato su Twitter.

GUARDA ANCHE: Porro, “positivo al Coronavirus”