La Regina su tutte le furie: un maggiordono ha rubato alcuni oggetti della Corona

·1 minuto per la lettura
furto buckingham palace
furto buckingham palace

Un maggiordomo di Buckingham Palace avrebbe trafugato oggetti appartenenti alla Corona per un valore di oltre 100 mila sterline. L’uomo è stato condannato a 8 anni di reclusione.

Furto a Buckingham Palace

Un maggiordomo di nome Adamo Canto ha confessato di esser stato l’artefice di un furto avvenuto durante l’estate 2020 a Buckingham Palace. L’uomo avrebbe trafugato album fotografici, medaglie e altre oggetti di valore per un totale di 100 mila sterline, che poi avrebbe venduto (per un ricavato di poco più di 7 mila sterline) su Ebay. Le indagini hanno condotto le forze dell’ordine a lui, e ben presto l’uomo ha confessato. Condannato a 8 mesi di reclusione e al pagamento di una salatissima penale, Adamo Canto è stato al servizio della famiglia reale per 5 anni e solo di recente era stato spostato al settore pulizie (mentre prima sembra che si occupasse della cucina reale).

Tra i cimeli trafugati vi sarebbero stati: un album fotografico risalente alla visita dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump a Buckingham Palace, delle fotografie ufficiali firmate dai duchi e infine 77 cimeli (tra cui medaglie e altri oggetti di valore). A condurre le forze dell’ordine sulle tracce dell’uomo è stato il vice ammiraglio Tony Johnstone-Burt, che si sarebbe accorto dell’assenza di una medaglia che avrebbe dovuto indossare durante il Queen’s Trooping the Colour. Ben presto la polizia è riuscita a risalire a tutti gli oggetti trafugati e venduti su Ebay per un valore nettamente inferiore a quello originale.