La Regione Lazio in campo al fianco delle donne -2-

Bet

Roma, 25 nov. (askanews) - A parlare in una sala Tevere gremita di ragazzi la sorella e il fratello delle due giovani vittime dei mostri del Circeo: Letizia Lopez, nel ricordare la sorella, ha voluto porre l'accento sulla necessità che lo Stato protegga i cittadini e che una pena certa è fondamentale: "Le donne, le persone vanno rispettate" ha detto, ricordando l'importanza della cultura in questi casi. Anche Roberto Colasanti, fratello di Donatella, ha ricordato la sorella le sofferenze passate negli anni successivi alla violenza, il dramma che l'ha accompagnata negli anni.

Nicola Zingaretti ha sottolineato che "queste giornate sono importanti se si è concreti e quindi se si presentano delle risposte oltre all'impegno civile e noi - ha detto - siamo la Regione che su questo ha delle politiche che sono di prevenzione" e vanno dall'impegno culturale nelle scuole alla presa in carico o per quel che riguarda la rete medica, che "sono di impegno fortissimo e i centri antiviolenza che sono diventati 23".

Il governatore ha poi ricordato "il fondo, purtroppo, per gli orfani del femminicidio e tutta un'altra serie di politiche che tenta di non unire all'oltraggio della violenza anche l'offesa della solitudine di chi e'colpito e che fa di tutto per evitare e ridurre questa tragedia di questo tempo, sapendo che il primi a muovere un passo devono essere i maschi perché non dobbiamo mai dimenticare che è una violenza generata dagli uomini po'troppo come dicono i dati spesso nelle famiglie", ha concluso.