"La regola dei 5 secondi. Il metodo del 'fallo e basta' per prendere le decisioni migliori e non rimandare più"

Nicoletta Moncalero

Mel Robbins sette anni fa non se la passava troppo bene. Tutto crollava a pezzi: matrimonio, finanze, carriera e autostima. Quando ha deciso di mettere fine a tutto non sapeva di aver inventato una potente tecnica metacognitiva che avrebbe cambiato la vita a lei e a milioni di persone. Semplicemente voleva migliorare sotto ogni aspetto: dalla fiducia in se stessa al reddito, dalla relazione col marito al lavoro, dal rapporto con i figli alla produttività. Oggi è una speaker motivazionale richiestissima in tutto il mondo, commentatrice Cnn, pluripremiata e autrice di bestseller. L'ultimo si intitola proprio come la sua regola: "La regola dei 5 secondi. Il metodo del fallo e basta per prendere le decisioni migliori e non rimandare più" ed è stato appena pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer.

Il suo metodo, pur avendo basi scientifiche, pare molto immediato: semplice, ma non facile. Robbins sostiene che le decisioni prese in 5 secondi e gli atti di coraggio quotidiano possano cambiarci la vita. Quasi un "agire senza riflettere", un muoversi con coraggio senza pensarci troppo su. "L'Università dell'Arizona, in collaborazione con la Cornell University e la Duke University – spiega l'esperta – ha dimostrato che esiste un forte legame tra cervello e istinto. Quando fissiamo un obiettivo, la mente genera un elenco di passaggi necessari per raggiungerlo. Se durante la giornata ne compiamo uno, il cervello stimola l'istinto a completare gli altri per arrivare all'obiettivo. Quando si tratta di raggiungere un traguardo, realizzare un sogno o cambiare vita, la saggezza interiore è portentosa".

Così è cominciato tutto con un conto alla rovescia, un cambio di marcia che ha portato Mel Robbins a rivoluzionare la sua vita e quella della sua famiglia. Contare all'indietro, da cinque fino a uno, l'ha trasformata in una persona orientata all'azione, le ha restituito una sensazione di coraggio, fiducia, orgoglio e controllo. Una tecnica semplice e efficace che...

Continua a leggere su HuffPost