La ricerca condotta dall’Università di Osaka schiude nuovi scenari alla lotta a tutte le Sars

·1 minuto per la lettura
Un vaccino "jolly" ha dato buoni risultati nei topi
Un vaccino "jolly" ha dato buoni risultati nei topi

La notizia è di quelle potenzialmente molto importanti: il vaccino “jolly” contro il coronavirus funziona nei topi, lo sostiene una ricerca dell’Università di Osaka pubblicata sul Journal of Experimental Medicine. Ed è una ricerca che schiude nuovi scenari alla lotta alle Sars. Perché? Perché è stato sperimentato con successo nei topi un vaccino efficace contro piu’ tipi di coronavirus, jolly, appunto.

Il vaccino jolly funziona nei topi e contrasta “tutti” i coronavirus

Dai test effettuati in Giappone sarebbe emerso che stimola la produzione di anticorpi neutralizzanti non solo contro SarsCov2 (il virus della Covid-19), ma anche contro SarsCoV1 (responsabile della sindrome respiratoria acuta grave, Sars). Ma non solo: sarebbe efficace su altri tre coronavirus simili derivanti da pipistrelli e pangolini.

Dal vaccino jolly che funziona nei topi ad un siero unico per l’umanità

Appare evidente che se questi risultati scientifici su una soluzione “multitasking” venissero confermati anche nell’uomo, si potrebbe realizzare in futuro un vaccino di nuova generazione per prevenire (tutte o quasi) le future pandemie da coronavirus.

Qual è il “trucco” del vaccino jolly che funziona nei topi e fa sperare l’uomo

Gli attuali vaccini in uso contro Covid-19, infatti, non sono ad ampio spettro perché stimolano solo la produzione di anticorpi che riconoscono la ‘testa’ della proteina Spike specifica Covid ma non quella degli altri coronavirus. Per superare questo problema, i ricercatori giapponesi hanno ‘incappucciato’ la proteina Spike, stimolando e determinando un riconoscimento ad ampio spettro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli