La ricerca: un pilota su tre si addormenta ai comandi

Un pilota su tre si è addormentato almeno una volta mentre era in servizio sulle rotte europee. È l'allarmante dato pubblicato dal domenicale tedesco Bild am Sonntag, che riporta i risultati di uno studio compiuto dalla European Cockpit Association (Eca), l'associazione europea dei piloti.

Secondo la ricerca, che ha interrogato 6mila comandanti d'aereo del Vecchio Continente, il quadro è davvero poco rassicurante. Il 92% dei piloti tedeschi, infatti, affermano di aver guidato un aereo anche se erano troppo stanchi per farlo. E in Germania quattro su cinque confessa di aver compiuto degli errori per troppa stanchezza. Un portavoce della sezione tedesca dell'associazione ha confermato le cifre citate dall'indagine: «Dalla mia esperienza credo che i risultati siano realistici».

L'inchiesta pubblicata dal settimanale tedesco si ricollega a un incidente dello scorso maggio, quando un velivolo era stato costretto ad atterrare in emergenza a Monaco di Baviera, poiché entrambi i piloti erano stremati dalla fatica.
I turni troppo lunghi, dunque, metterebbero a rischio la sicurezza dei viaggiatori. Un pilota stesso racconta a BamS l'esperienza vissuta durante un atterraggio nella capitale bavarese: «Stavo atterrando con un Airbus A319 proveniente dalla Spagna e per me era il quarto volo della giornata con 15 ore di servizio alle spalle. Avevo 156 persone a bordo ed all'improvviso ebbi uno spavento», rivela il comandante tedesco, «quando il mio copilota mi chiese, chiaramente non per la prima volta, di aprire in fase di atterraggio l'ipersostentatore. Avevo perso l'orientamento e mi ero addormentato per un attimo».

Gli aeroporti più strani del mondo

In Nuova Zelanda la sicurezza in volo la spiegano gli elfiAuckland, (TMNews) - Come allacciare le cinture, quando spegnere il telefono e dove si trova il giubbotto salvagente in aereo te lo spiega un elfo. Cose che possono succedere solo nei cieli della Nuova Zelanda dove la compagnia di bandiera, la Air New Zealand, ha deciso di celebrare l'imminente uscita de "Lo Hobbit" di Peter Jackson affollando il video sulle norme di sicurezza in volo di personaggi del "Signore degli anelli". Ci sono proprio tutti da Gollum a Gandalf, in omaggio al capolavoro di Tolkien e alla trilogia di film girati in Nuova Zelanda, fra incredibili scenari che la rendono a buon diritto la vera "terra di mezzo".

Al gioco si è prestato anche il regista Peter Jackson che compare in un cameo.

Un insolito modo di dire ai passeggeri "kia ora", saluto in lingua maori.

Ricerca

Le notizie del giorno