La richiesta dell’azienda è stata depositata poche ore fa presso la Food and Drug Administration

Moderna ha chiesto alla Fda l'autorizzazione al vaccino under 6
Moderna ha chiesto alla Fda l'autorizzazione al vaccino under 6

Non si arrestano le istanze per somministrare il vaccino Covid a quante più persone possibile, Moderna chiede l’autorizzazione negli Usa per i bambini tra 6 mesi e 5 anni. I media spiegano che la richiesta dell’azienda è stata depositata poche ore fa presso la Food and Drug Administration. Dopo Pfizer per gli under 12 dunque arriva un’altra richiesta ufficiale. Ed è la richiesta di autorizzazione all’uso di emergenza (Eua) del vaccino anti-Covid nei bambini under 6, vale a dire per quelli da 6 mesi di vita fino a 5 anni d’età.

Moderna chiede l’autorizzazione per il vaccino agli under 6

Dopo aver depositato l’istanza in protocollo della Fda Moderna ha annunciato che “richieste simili sono in arrivo anche per autorità regolatorie internazionali”. Ma cosa significa nel concreto? Il meccanismo è abbastanza noto: la domanda di autorizzazione presentata negli Usa riguarda un regime di due dosi del vaccino a mRna da 25 microgrammi. E in merito si è espresso Paul Burton, Chief Medical Officer di Moderna, che ha detto: “Questa richiesta rappresenta un’importante intervento su una fascia dove la profilassi non è ancora soddisfacente”.

L’azienda e i dati sul testing di marzo

Ha spiegato infatti il manager: “Non c’è nessun altro vaccino, nessun’altra terapia, che questi bambini piccoli possono avere. Se giudicano che i dati siano sufficienti, penso che dal punto di vista della salute pubblica, offrirli a questi bambini il più rapidamente possibile sia la cosa migliore”. A tal proposito Moderna ha pubblicato i dati di prova a marzo. Sono informazioni che dimostrano come il vaccino sia sicuro e generi una risposta immunitaria nei bambini piccoli simile a quella degli adulti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli