"La riforma della prescrizione non si farà mai". L'ex magistrato Caselli non crede al governo

Fabio Luppino
caselli

L'ex magistrato Gian Carlo Caselli vorrebbe la riforma della prescrizione presto, così come l'epocale riforma del processo penale. Ma non crede al governo gialloverde, "non capisco come possano passare dalla tempesta al sereno in mezz'ora". Dubita, e molto. "2020 dice il ministro Bonafede? Ma la riforma della prescrizione è tassativa o subordinata alla riforma del processo penale? Le variabili sono troppe. In ogni caso oggi il processo non è breve proprio perché la prescrizione non s'interrompe mai".

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede dice: "La riforma del processo penale sarà approvata nel dicembre 2019, prima dell'entrata in vigore della riforma della prescrizione". Se ne riparla, se va bene, nel 2020. Si fida? Davvero avremo tempi certi?

Fare previsioni non è mai facile, ma in questo caso diventa un azzardo. Le tensioni interne al governo gialloverde e le suggestioni esterne intrecciate con variabili continue, nazionali e internazionali, sono talmente numerose da rendere il quadro problematico e confuso. Stando alle prime notizie devo confessare che non ho capito molto bene come stanno le cose. Sembrerebbe che la riforma della prescrizione sia inserita nel ddl anticorruzione che è ancora in fase di approvazione, quindi non so rispondere con sicurezza alla domanda sui tempi certi. In ogni caso la riforma della prescrizione slitterebbe al gennaio 2020, dopo la cosiddetta riforma epocale del processo penale. Ma, mi chiedo, sarà davvero approvata?

Ecco, cosa si risponde?

In ogni caso è una legge delega. Anche approvata vuole tutto un iter di un paio d'anni per diventare codice di procedura penale. Ma mi chiedo anche: il 2020, è una data indicativa per la riforma della prescrizione, cioè, subordinata all'entrata in vigore del nuovo processo penale o è tassativa? Ma se è tassativa, e cioè se deve entrare in vigore a prescindere dalla riforma del processo penale, non si scatenerà di nuovo la bagarre? Difficile dire una data, perché mi...

Continua a leggere su HuffPost