La risposta del critico d'arte dopo le accuse.

·1 minuto per la lettura
Sgarbi piedi nudi consiglio
Sgarbi piedi nudi consiglio

Ha fatto discutere la foto circolata sui social che ritraeva Vittorio Sgarbi seduto su un poltrona del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia a piedi scalzi. Il critico, in una posa senza dubbio artistica che metterebbe in difficoltà la migliore delle influencer, indossa un abito elegante con tanto di cravatta, ma evidentemente voleva far prendere aria ai propri piedi.

Sgarbi a piedi nudi in consiglio

Lo scatto non è piaciuto in particolar modo alle forze politiche del consiglio avverse a quella di Vittorio Sgarbi. Nello specifico Mauro Capozzella, esponente locale del M5s, ha così scritto in un tweet: “Oggi, in Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia, Vittorio Sgarbi ospite della più importante istituzione della nostra Regione (guidata dal centrodestra!)”.

Sgarbi va a piedi nudi in consiglio e viene criticato

Pronta è arrivata anche la contro risposta di Vittorio Sgarbi che di certo non ha esitato a cogliere la palla al balzo. Il parlamentare ha scritto: Meglio i miei piedi nudi che le vostre teste vuote“.

Sgarbi a piedi nudi in consiglio, la risposta alle critiche

Quella dei piedi nudi non è peraltro una novità per Vittorio Sgarbi che già nei mesi scorsi si era reso protagonista di una scena simile avvenuta in quel caso in Parlamento. Una cifra stilistica evidentemente, un marchio di fabbrica del modo di intendere la politica del critico d’arte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli