La risposta della Bernini alla Brambilla. Abbraccia il maialino che diventa un culatello

Giorgio Catania

I suini ancora al centro della politica italiana. Dopo Michela Brambilla di fronte a Montecitorio con un piccolo maiale al guinzaglio, anche Annamaria Bernini, capogruppo al Senato di Forza Italia, si fa fotografare mentre tiene in braccio un maialino. La didascalia parla chiaro: “Nasce, cresce, orgoglio italiano”. Nell’immagine la senatrice prima posa accanto un cucciolo, poi a un animale pronto per il macello e, infine, si compiace accanto un culatello. L’intento è chiaramente opposto a quello della Brambilla che accarezzava un maialino rosa per promuovere una legge in difesa degli animali. La Bernini fa visita all’allevamento di suini per schierarsi in difesa degli imprenditori italiani che in Emilia Romagna fatturano milioni di euro nel settore alimentare. 

annamaria bernini

Tra i diversi post pubblicati sul suo profilo Instagram, c’è un video accompagnato dalla didascalia “si fa presto a dire ’fai la foto col maialino”, dove il cucciolo si ribella all’abbraccio e grugnisce. 

“La politica che amiamo fare noi di Forza Italia è tra la gente, nelle aziende, fianco a fianco di imprenditori, lavoratori e famiglie. Oggi abbiamo macinato chilometri per parlare di eccellenze, ma anche per discutere di come migliorare la nostra Emilia Romagna che deve sempre più diventare la punta di diamante d’Italia”, scrive la Bernini sul suo profilo Instagram. Chiaro dunque l’obiettivo di schierare Forza Italia ancora una volta a fianco delle aziende. 

In un altro post si legge: “Il made in Italy è il nostro oro, difendiamolo. Le richieste? Sempre le stesse. Basta con la burocrazia, le tasse e i dazi!
Dobbiamo dare risposte agli imprenditori che con il loro duro lavoro fanno grande la nostra Italia!”. 

La campagna elettorale per le elezioni in Emilia Romagna si fa sempre più serrata e di certo non stanno mancando gli spunti originali. 

Continua a leggere su HuffPost